menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fa sparire i rifiuti dalla discarica abusiva sequestrata, pensionato denunciato

Ancora guai per un 78enne di Carbonera: nella primavera scorsa gli agenti della polizia locale di Villorba e i carabinieri del Noe misero i sigilli a 400 metri quadrati di terreno in cui aveva accumulato rifiuti che sono poi misteriosamente spariti

Nella primavera scorsa gli agenti della polizia locale di Villorba e i carabinieri del nucleo Noe avevano scoperto una vera e propria discarica abusiva in un terreno di proprietà di un 78enne di Carbonera: un'area di 400 metri quadrati, ricolma di rifiuti di ogni tipo (dagli pneumatici alle spampanti, passando addirittura per gli apparecchi biomedicali), venne sequestrata e l'uomo, pensionato, venne denunciato per gestione illecita dei rifiuti e discarica abusiva. L'anziano ora finirà nuovamente nei guai: nel corso di un controllo i militari hanno scoperto che buona parte del materiale è sparito, nonostante il tribunale di Treviso lo avesse nominato custode della discarica. Per il 78enne scatterà una ulteriore denuncia per la violazione dei sigilli: il sospetto è che alcuni cittadini stranieri si siano appropriati dei rifiuti elettrici, con il benestare dell'anziano, per spedirli nei Paesi d'origine.

Sempre i carabinieri del Noe hanno denunciato alla Procura un imprenditore 47enne, titolare di una ditta di Cordignano, impegnata nella gestione dei rifiuti: durante un controllo presso l'azienda sono state riscontrate irregolarità su stoccaggio e posizionamento del materiale, soprattutto plastica e legname. Impartite al titolare direttive circa la regolarizzazione della sua posizione.

NOE21-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento