menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carcere minorile di Treviso, donati 40 nuovi volumi alla biblioteca

Unindustria e Lyonis di Treviso insieme per offrire un contributo al percorso di educazione e reinserimento dei giovani detenuti

TREVISO Dai libri una nuova speranza per i giovani detenuti dell’istituto penale per i minorenni di Treviso. Un’iniziativa di solidarietà che ha visto insieme il Lyons di Treviso, con l’Avvocato Sossio Vitale, e il Gruppo Cartario Cartotecnico grafico di Unindustria Treviso presieduto da Paolo Santi. E' avvenuta lunedì mattina, la donazione ai responsabili della struttura Minorile, con il Direttore Carla Sorice,  dei 40 volumi per la biblioteca raccolti tra le imprese grafiche e editoriali associate a Unindustria. Libri di tutti i generi: romanzi, biografie, volumi fotografici, libri di viaggio, racconti, manuali delle case editrici Vianello, Sincromia e GS Stampa.

“La collaborazione con il Lions Treviso Eleonora Duse e con Unindustria Treviso è consolidata ormai da anni – dichiara Carla Sorice, Direttore dell’Istituto Penale per i Minorenni di Treviso -  offre la possibilità ai ragazzi di proiettarsi, così come avviene per qualsiasi altro adolescente nel mondo del lavoro. Il futuro di questi ragazzi è importante. E’ necessario che loro non si sentano degli esclusi e che possano percepire un reinserimento sociale diverso e sicuramente più costruttivo di quello che hanno vissuto prima della detenzione”. “Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito del Lions Eleonora Duse di Treviso – dichiara Paolo Santi, Presidente del Gruppo Cartario Cartotecnico Grafico di Unindustria Treviso – e siamo particolarmente contenti di poter offrire un contributo al percorso di educazione e reinserimento dei giovani detenuti.

Gli imprenditori collaborano da tempo con la struttura Minorile di Treviso: solo negli ultimi mesi con altri imprenditori del nostro gruppo siamo stati più volte ad incontrare questi ragazzi per presentare la nostra esperienza e un percorso di crescita professionale che possa aiutarli a trovare una nuova strada nella legalità”.  “L'iniziativa si inserisce in un percorso di collaborazione tra il Club Lions Eleonora Duse, l'Istituto penale minorile ed Unindustria Treviso, che dura da diversi anni e che è finalizzato a mettere a disposizione dei ragazzi le competenze e professionalità di ciascuno dei soggetti coinvolti in un service che non a caso è intitolato ‘oltre il presente’. Particolarmente significativa è la donazione di libri alcuni dei quali scritti in lingua straniera, e ciò sia per il fine educativo e di accrescimento personale che il libro rappresenta, che per quello di integrazione attraverso la conoscenza della lingua italiana”, dichiara l’Avv. Sossio Vitale, presidente del Lions Club Eleonora Duse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento