menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carrozziere di Caerano San Marco arrestato per estorsione

Si è presentato dalla vittima per conto di un amico, l'ha minacciato anche di morte per un presunto debito di droga, ma è finito nel mirino dei carabinieri

CAERANO SAN MARCO - Si è presentato dalla vittima per conto di un amico, l'ha minacciato anche di morte per un presunto debito di droga, ma è finito nel mirino dei carabinieri. I militari di Montebelluna hanno arrestato A.T.D, romeno di 20 anni residente a Caerano, carrozziere incensurato, con l'accusa di estorsione aggravata continuata in concorso insieme a B.L.C., connazionale 27enne residente a Pederobba. L'operazione di arresto è scattata quando i militari in borghese hanno osservato a distanza di sicurezza l'incontro tra la vittima e i due autori del reato, per la riscossione di 500 euro. 

Secondo quanto emerso dalla denuncia della vittima, il 20enne da qualche mese si sarebbe messo in contatto con lui per conto di un amico con cui il malcapitato avrebbe avuto un debito di 15mila euro per l'acquisto di droga. Prima le semplici richieste al telefono, poi le minacce si sono fatte sempre più frequenti, finchè si sono trasformate in intimidazioni legate alla morte. Se non avesse pagato subito 150mila euro, l'avrebbero ammazzato. 

Questa sarebbe la cifra che il pusher, imprenditore italiano del posto, aveva riferito all'intermediario romeno di voler ottenere dalla vittima, anch'egli impresario italiano della zona. Vista la richiesta esorbitante, il malcapitato ha avvisato i carabinieri che hanno organizzato un tranello per riuscire a stringere le manette ai polsi del romeno. 

Le indagini stanno proseguendo. Lo straniero, dopo la convalida dell'arresto avvenuta lunedì mattina in tribunale a Treviso, è stato rimesso in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento