rotate-mobile
Cronaca

Carta di Treviso: premiati i vincitori del concorso

"Carta di Treviso: bambini, informazione e media": premiati i vincitori del concorso al Sant'Artemio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Nell'ambito del Progetto Provinciale permanente “Carta di Treviso: Bambini, Informazione e Media”, la Provincia di Treviso premia il marchio dedicato al progetto realizzato da ragazzi delle superiori.

Allo studente autore del Marchio vincitore la Provincia di Treviso offre l'opportunità di fare uno stage di 2 settimane all'Ufficio comunicazione dell’ente e un premio simbolico di 200 Euro, inoltre è stato previsto un rimborso spese forfettario di 500 Euro all'Istituto che ha messo a disposizione degli studenti il materiale necessario ad allestire la mostra. Il marchio vincitore è quello creato da Gianluca De Poli, dell'Istituto Statale d'Istruzione Secondaria Superiore “Carlo Rosselli” di Castelfranco Veneto, “per  l'originalità creativa, la buona efficacia comunicativa, la precisione di esecuzione che rivela una buona padronanza dello strumento grafico digitale, l'alto grado di riproducibilità che permette la possibilità di stampa ed incisione su diversi supporti con diverse dimensioni”. 

Lo studente vincitore, Gianluca De Poli, nel ringraziare le istituzioni che hanno permesso l’esperienza ha spiegato come “il lavoro sia frutto di un attento studio del tema dato da svolgere e di quanto esistente. Guardando internet e i media ho raccolto le idee puntando su un simbolo semplice ma portatore di messaggio, come il fiore”.
 
A consegnare il premio al giovane il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro che unendosi al coro dei complimenti ha ribadito quanto sia “necessario puntare sui nostri giovani. E’ per questo che la Provincia di Treviso cerca di favorire e supportare i giovani con progetti mirati. Sia quelli rivolti alle scuole come questo, che quelli per giovani in cerca di lavoro, come i progetti di stage, tra cui “Futuro Costo Zero”, che ha permesso l’inserimento in aziende di oltre 4mila ragazzi”.

Il dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso, Giorgio Corà ha sottolineato come questo lavoro “sia stata un’attività significativa perché ha permesso di mettere in gioco nella vita reale le professionalità e le esperienze degli studenti”.

La commissione ha valutato i prodotti secondo criteri concettuali quali la creatività e l'efficacia simbolica e di comunicazione e criteri tecnici quali forma e struttura, precisione di esecuzione, uso corretto del software grafico, riproducibilità e qualità di realizzazione.

Ancora a fine settembre era stata allestita nel foyer del Sant’Artemio la mostra “I Marchi per Bambini, Informazione e Media” con i progetti realizzati dai ragazzi  dell'Istituto Statale d'Istruzione Secondaria Superiore “Carlo Rosselli” di Castelfranco Veneto. La mostra era la conclusione di una iniziativa sperimentale lanciata nell’istituto dalla Provincia di Treviso per stimolare nei ragazzi lo studio e l'analisi di temi inerenti al mondo dell'informazione e dei media.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carta di Treviso: premiati i vincitori del concorso

TrevisoToday è in caricamento