menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa di riposo Umberto I: insediato nuovo cda e previsto l'avvio dei lavori per la nuova ala

Il sindaco di Montebelluna Marzio Favero: "Senz'altro è messa al centro la relazione tra ospite e famiglia, in un leale rapporto di collaborazione con il personale"

MONTBELLUNA Lo scorso 10 novembre si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione della Casa di riposo Umberto I di Montebelluna.Il nuovo Consiglio si presenta nel segno della continuità con l’amministrazione precedente. A seguito della recente nomina effettuata dal sindaco Marzio Favero sono infatti confermati Giovanni Gasparetto e Ferdinando Alitto, mentre i nomi nuovi sono Gianfilippo Neri, Marialuisa Lazari e Bice Malù Battistetti.

Alla prima riunione di insediamento sono stati nominati nella carica di Presidente Giovanni Gasparetto e nel ruolo di Vice Presidente Gianfilippo Neri. Il Consiglio durerà in carica quattro anni, quindi fino alla fine del 2020. Nella seduta di insediamento il Consiglio ha espresso la volontà di dedicarsi con impegno e passione ai temi più significativi per la Casa di riposo. Il Presidente Giovanni Gasparetto ha ribadito le linee guida principali:

- L’ospite in primis e i familiari al centro delle attività di tutto il personale e dei servizi della Casa di riposo;

- La promozione della famiglia come partner privilegiato nelle modalità di erogazione dei servizi agli ospiti;

- La prosecuzione nel processo di riorganizzazione interna dei diversi servizi a favore degli ospiti assistiti, per aumentare la qualità del servizio;

- La costruzione della nuova ala e la riqualificazione degli ambienti della struttura, il cui inizio dei lavori è previsto nella primavera del prossimo anno;

- L’incentivazione delle politiche di scambio ed integrazione tra la Casa di riposo e il territorio e la comunità di Montebelluna;

- Le politiche di aggregazione e coordinamento tra le Case di riposo del territorio, finalizzate a rendere più efficiente la rete dei servizi socio-sanitari, in attesa del regolamento di riforma delle IPAB e della riorganizzazione dei servizi sanitari.

Commenta il Presidente della Casa di risposo, Giovanni Gasparetto: “C’è stato un rinnovamento del Cda e ringrazio chi ha dato una mano nel primo mandato. Esprimo la mia gratitudine al Cda per la fiducia che mi ha accordato. Abbiamo un programma importante a servizio della città, ed in modo particolare, ovviamente, la realizzazione della nuova ala della casa di riposo”.

Interviene il sindaco, Marzio Favero: “Auguro un buon lavoro al Cda, perché la Casa di riposo Umberto I, che ha una nobile tradizione di servizio alle famiglie, possa continuare il suo percorso, integrandosi sempre di più nel tessuto della comunità che non è solo quella del Comune di Montebelluna ma anche degli altri dell’hinterland. Senz’altro è messa al centro la relazione tra ospite e famiglia, in un leale rapporto di collaborazione con il personale, ma non è da meno la sfida per dare una nuova ala alla casa di risposo, per migliorare ulteriormente la qualità degli ambienti in cui il servizio viene erogato. A tutti il mio augurio di buon lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, 162 nuovi positivi e altri tre morti nella Marca

  • Attualità

    Vax Day per gli Over 80 nella Marca: «Oltre duemila vaccinati»

  • Cronaca

    Aggredisce una studentessa in bici: 44enne finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento