menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa dei nonni a Casa Roncato: sindaco e assessori pranzano con gli anziani

Presentati a Montebelluna i progetti promossi dai Servizi sociali, in particolare “Nonni e bambini s’incontrano” che lo scorso anno ha coinvolto 100 volontari e oltre 2400 alunni

MONTEBELLUNA In occasione della Festa dei nonni che si è celebrata domenica 2 ottobre, oggi gli anziani di Casa Roncato hanno pranzato con alcuni ospiti d’eccezione.

Intorno alle 12.00, infatti, presso il centro diurno socio assistenziale e ricreativo hanno condiviso il pranzo con i nonni di Casa Roncato ed i nonni del centro sollievo, il sindaco Marzio Favero, gli assessori Elzo Severin, Dino Bottin e Claudio Borgia, ed il consigliere Antonio Romeo.

L’iniziativa rientra in un ricco piano di offerta rivolto agli anziani montebellunesi promosso dai servizi sociali.

Nel corso del pranzo sono stati infatti presentati due progetti per l’anno 2016-2017.

“Nonni e bambini s’incontrano”

Realizzato in collaborazione con la Consulta della Terza Età (Amici del Cuore, Amici di Casa Roncato, A.N.A.P. – Confartigianato, A.N.M.I.L., ANTEAS, AUSER, Associazione “Amici della Casa di Riposo”, Casa di Riposo Umberto I°, Comitato familiari della Casa di Riposo, Caritas Parrocchiale, Centro Anziani S. Gaetano “Il Castagno”, CO.DI.MA-Comitato diritti del malato, Comitato familiari Casa di Riposo Umberto I°, FNP CISL, Lega Pensionati UIL, SPI CGIL, Trevisani nel Mondo, Università della Terza Età di Montebelluna), gli istituti comprensivi 1 e 2 e tutte le scuole paritarie dell’infanzia e primarie di Montebelluna.

Il progetto “Nonni e bambini s’incontrano 2016-2017” coinvolge circa 100 volontari (tra nonni maestri d’arte e  anziani delle associazioni). Il progetto si propone di creare particolari momenti d’incontro e di conoscenza tra bambini ed anziani all’interno delle scuole, presso abitazioni private, aziende, musei e verde pubblico. Inoltre desideriamo avvicinare gli anziani alla scuola, perché possano vivere il ruolo di “maestri d’arte” mettendo in gioco le loro competenze.

Il progetto prevede per quest’anno l’organizzazione di 35 laboratori per le scuole primarie e 12 per le scuole dell’infanzia in cui circa 58 anziani volontari, 7 anziani di Casa Roncato e 20 anziani dell’Umberto I° si propongono come “maestri d’arte” nella gestione degli stessi (laboratori: pan de casada, scartosse, caregheta, ferroviere, filastrocche, frutteto, giornalista, burro e formaggio, fiori ed erbe, rilegatura dei libri, bioparco, orienteering, allevamento, bachi da seta, arte con paint, museo etnografico, radioamatori…), sostenuti nella festa conclusiva dall’aiuto di altri 15 anziani della Consulta.

Nell’annualità 2015-2016 le scuole dell’infanzia e primarie che hanno aderito sono state 19 per un totale di 2.424 alunni.

Il progetto “Nonni e bambini s’incontrano” si concluderà nel mese di maggio 2017 con la consueta mostra e con i “Giochi senza età”, che si svolge a Villa Pisani. Per l’organizzazione vengono coinvolti anche l’ufficio servizi educativi e trasporto scolastico (per il trasporto delle scolaresche presso Villa Pisani), l’ufficio tecnico (per la fornitura di tavoli, impianto audio, sedie, pannelli e transenne), l’ufficio ecologia (per il taglio dell’erba), l’ufficio cultura (per quanto compete la gestione degli spazi di Villa Pisani) e la Protezione Civile.

“Ritroviamoci al caffè”

Gestito in collaborazione con la casa di riposo Umberto I°, l’Ulss 8, l’Associazione Alzheimer di Riese Pio X°, l’Associazione Amici di Casa Roncato e la biblioteca comunale.

“Ritroviamoci al caffè” è un’iniziativa che, per il quarto anno consecutivo, vuole offrire uno spazio condotto da esperti (geriatra,  psicologo, assistenti sociali, educatori ecc…) in grado di fornire informazioni sulla malattia di Alzheimer e uno spazio dedicato alla condivisione di esperienze tra familiari di persone affette da demenza.

Gli incontri, che a partire da novembre 2016 avranno cadenza mensile, ogni secondo martedì del mese, si terranno presso la biblioteca comunale di Montebelluna dalle ore 16.30 alle ore 18.30 e sono rivolti oltre che ai malati, ai familiari,  agli operatori del settore, ai volontari anche all’intera cittadinanza.

Ai familiari che intendono partecipare con il proprio congiunto malato, è garantito un servizio di accoglienza in un spazio dedicato all’interno del bar adiacente alla biblioteca, gestito dai volontari e da personale qualificato.

Nell’edizione “Ritroviamoci al caffè” 2016-2017 verrà riproposta anche la rassegna con proiezioni di film a tema presso il Cinema Italia Eden. Si evidenzia che nella precedente edizione sono state coinvolte complessivamente circa 400 persone e si è riscontrato che è stata gradita sia la location che la qualità degli interventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento