Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Casale sul Sile / Via Nuova Trevigiana Lughignano

Schianto mortale a Lughignano, indagate le donne alla guida delle due auto

Il sostituto procuratore Valeria Peruzzo ha iscritto nel fascicolo, aperto per omicidio stradale, sia Larisa Plotnicu, 31enne zia della piccola Andreea Maria Cretu, che la guidatrice dell'altra vettura coinvolta, M.P., 50enne di Roncade. Sul corpo della bimba il magistrato disporrà l'autopsia

Sono state indagate entrambe, con l'ipotesi di reato di omicidio stradale, le due donne che erano alla guida delle vetture che ieri, mercoledì 11 agosto, si sono scontrate frontalmente in un incidente stradale, avvenuto in via Nuova Trevigiana, nella frazione di Lughignano a Casale sul Sile, che ha causato la morte della piccola Andreea Maria Cretu, di soli 9 anni.

Il sostituto procuratore Valeria Peruzzo ha iscritto nel fascicolo Larisa Plotnicu, 31 anni, la zia della vittima che vive a Lughignano di Casale e che era alla guida di una Volkswagen Golf nera, con a bordo anche la madre della bambina Zinaida, 31anni, e la sorellina di 2. Sotto inchiesta anche la guidatrice dell'altra vettura coinvolta nel tragico sinistro, M.P., una donna italiana di 50 anni che risiede a Roncade. Non è infatti ancora chiara l'esatta dinamica e cioè quale delle due auto abbia invaso la carreggiata opposta.

WhatsApp Image 2021-08-12 at 16.08.35-2

Il pubblico ministero ha inoltre deciso di disporre l'autopsia sul corpo di Andreea Maria. L'esame dovrà determinare le cause della morte della bimba, che aveva sul corpo i segni della cintura di sicurezza che indossava. Sulla 31enne romeno-moldava e sulla 50enne il magistrato, che ha già disposto il sequestro dei mezzi, ha deciso inoltre l'effettuazione dei livelli di alcol presenti nel sangue, i cui risultati però si sapranno solo fra qualche settimana. L'esame autoptico sulla piccola di 9 anni, la cui data non è ancora stata decisa, stabilirà se la bambina fosse a bordo dell'auto con tutti i dispositivi previsti dalla legge: le cinture correttamente allacciate ma sopratutto il seggiolino che, almeno in teoria, avrebbe dovuto proteggere Andreea dall'impatto. Il sospetto della Procura  è infatti che non fosse assicurata  correttamente e che questo abbia provocato l'emorragia interna che sarebbe alla causa del decesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto mortale a Lughignano, indagate le donne alla guida delle due auto

TrevisoToday è in caricamento