rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Casale sul Sile

Rissa alla sagra, pace fatta in caserma tra i due 14enni

Il maresciallo della stazione di Casale sul Sile, Salvatore Vena, ha incontrato i ragazzi protagonisti della violenta lite di mercoledì pomeriggio e i loro genitori. Nessuna querela ma una sonora lavata di capo per il comportamento poco corretto dei ragazzi che se l'erano promesse da qualche tempo

Pace fatta tra i due 14enni che nel pomeriggio si sono affrontati in via dei Santi a Casale sul Sile, nell'area del luna park della sagra che è in corso in questi giorni, non distante dalla giostra "Tagada'". I giovani, nella mattinata di oggi, 28 aprile, sono comparsi di fronte al comandante della stazione di Casale, il luogotenente Salvatore Vena, accompagnati dai rispettivi genitori. Gli studenti se la sono cavata con una sonora lavata di capo: il comandante, sostenuto dai genitori, ha evidenziato e rimarcato il loro comportamento scorretto. Lo scontro è stato così ricomposto, evitando eventuali querele tra le parti.

Lo scontro tra i due, sfociato in alcuni schiaffi e insulti reciproci, era nell'aria da qualche giorno: i due, tra cui non correrebbe certo buon sangue, si sono ripromessi più volte di incontrarsi per un "chiarimento". «Ci vediamo li e la risolviamo»: ha detto uno dei 14enni all'altro, per darsi appuntamento al Tagadà, mercoledì pomeriggio. Entrambi avevano poi richiamato altri ragazzi, membri dei rispettivi gruppi, per assistere allo scontro. E così è stato. Lo scontro non è passato inosservato e alcuni passanti hanno subito chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Nel fuggi-fuggi generale la maggior parte dei giovani è fuggito via, prima che carabinieri e polizia locale giungessero sul posto provvedendo a identificare uno dei due contendenti, leggermente ferito ad uno zigomo e ad un occhio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa alla sagra, pace fatta in caserma tra i due 14enni

TrevisoToday è in caricamento