rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Santa Lucia di Piave

Casello di Santa Lucia di Piave, via libera del Governo al collegamento

Il commento di Muraro: "Una giornata importante, oggi, senz'altro per me, e per tutti coloro che in questi anni hanno lottato per questo progetto strategico. E sicuramente una vittoria del territorio. Il casello risponde al preciso bisogno di un territorio, di una collettività"

Il Governo in data odierna ha approvato il progetto del collegamento del Casello di Santa Lucia di Piave. Si legge nella nota ministeriale “Il Consiglio ha esaminato alcuni progetti di infrastrutture da realizzare in merito alle quali è stata svolta un’istruttoria che si è avvalsa degli strumenti di concertazione previsti dalle norme vigenti (conferenze di servizi); tenuto conto dell’interesse pubblico coinvolto il Consiglio ha autorizzato la realizzazione di una viabilità di collegamento fra strade provinciali ed il casello autostradale di Santa Lucia di Piave, sulla A27”.
 
 
“Una giornata importante, oggi, senz’altro per me, e per tutti coloro che in questi anni hanno lottato per questo progetto strategico. E sicuramente una vittoria del territorio! Il Casello di Santa Lucia di Piave risponde al preciso bisogno di un territorio, di una collettività, che si è espressa in modo compatto in favore di un'infrastruttura che porterà benefici a tutta l'area. Ricordo che si tratta di un'opera da oltre 11 milioni di euro – spiega Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – Un progetto pensato riducendo al minimo l'occupazione delle aree agricole, che prevede le mitigazioni ambientali necessarie. Una viabilità che terrà lontano il traffico diretto in autostrada dai centri abitati e dai borghi.
 


In questo momento storico, sono le grandi infrastrutture il vero nodo da sciogliere per rilanciare l'economia e guardare al futuro per le nostre famiglie e le nostre imprese. Il nostro dovere di amministratori dev'essere quello di guardare avanti, perchè le nostre aziende puntano sempre di più sull'export e sull'internazionalizzazione. In un territorio attraversato dall'A27, che ha visto l'apertura dell'A28 e che vedrà la realizzazione della Pedemonana, il Casello di Santa Lucia di Piave diventa allora un nesso strategico per il bene dei cittadini, il miglioramento dei trasporti e la qualità della vita. Grazie ad esso, infatti, avremo riduzioni considerevoli di traffico su molte arterie: S.P. 108 Villorba-Spresiano (-52%), S.P.44 Cimadolmo-Codognè (-42%), S.P. 165 Santa Lucia di Piave–Conegliano (-48%) e anche S.P. 33 Ponte di Piave–Cimadolmo (-25%) - chiude Muraro – Bisogna iniziare a pensare al futuro del territorio partendo da fondamenta concrete, perchè così costruiamo la crescita. Ringrazio Autostrade per l’Italia che ci hanno sempre supportato in questa iniziativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casello di Santa Lucia di Piave, via libera del Governo al collegamento

TrevisoToday è in caricamento