rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Casier

Disordini alla ex "Serena", altri dieci rinviati a giudizio

Questa la decisione presa oggi dal gip di Treviso nei confronti di 5 nigeriani, tre senegalesi e due guineiani, accusati a vario titolo di sequestro di persona, danneggiamento, resistenze a pubblico ufficiale e devastazione. Nel giugno del 2020, in pieno lockdown, avrebbero partecipato alla sommossa che scoppiò all'interno dell' hub per richiedenti asilo di Dosson di Casier

Avrebbero partecipato alla sommossa che, tra l'11 e il 12 giugno del 2020, scoppiò all'interno dell' hub per richiedenti asilo dell'ex caserma Serena di Dosson di Casier. Oggi 11 maggio 10 immigrati africani sono stati rinviati a giudizi, accusati a vario titolo di sequestro di persona, danneggiamento, resistenze a pubblico ufficiale e devastazione. Si tratta delle persone identificate che avrebbero dato il là alla rivolta insieme a Mohammed Traore, maliano di 25 anni, Amadou Toure, gambiano di 26 anni, e Abdourahmane Signate, 31enne senegalese, già finiti a processo per gli stessi reati. Un quarto elemento, Chaka Outtara, ivoriano di 23 anni, si suicidò nel carcere di Verona dove era recluso in regime di isolamento.

I dieci, 5 richiedenti asilo dalla Nigeria, tre senegalesi e due guineaiani, sono ritenuti responsabili dei disordini divampati quando il personale medico dell'Uls 2 si trovava all'interno dell centro per comunicare l'esito dello screening anti Covid-19 effettuato il giorno prima sui profughi. Appena si diffuse la notizia di una positività e si palesò la possibilità di un'altra quarantena qualcuno fra i migranti avrebbe reagito con violenza: alcuni operatori della società che gestisce il centro e personale della Uls 2 si rifugiarono in una stanza dove gli immigrati avrebbero impedito loro (da cui il reato di sequestro di persona) di uscire con violenze e minacce. Poi arrivò la decisione della forze dell'ordine di intervenire in tenuta antisommossa per sedare la protesta che non si era placata, mentre gli stranieri lanciavano sassi e oggetti contro i poliziotti e avrebbero devastato il centro. Il processo agli immigrati comincerà il 12 dicembre 2024.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disordini alla ex "Serena", altri dieci rinviati a giudizio

TrevisoToday è in caricamento