rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Casier / Via Roma

Accusata di aver rubato nella casa in cui lavorava, 44enne si toglie la vita

Dramma giovedì mattina a Dosson di Casier in via Roma: è stata trovata impiccata ad un termosifone. Inutili i soccorsi del Suem 118. L'accusa ingiusta l'aveva gettata nello sconforto. Durante la perquisizione domiciliare dei carabinieri non venne trovato nulla

CASIER Tragedia nella giornata di ieri, all'alba di giovedì, a Dosson di Casier all'intero di un'abitazione di via Roma. Una 44enne, di origini rumene, è stata trovata impiccata ad un termosifone dal marito. Purtroppo inutili i soccorsi degli infermieri del Suem 118. Sul posto, per gli accertamenti del caso, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Dosson. Trovato un biglietto con cui la donna spiegava i motivi del gesto estremo. A spingere la donna al gesto estremo sarebbe stata una recente denuncia, ritenuta ingiusta, da parte de proprietario dell'abitazione in cui lavorava come colf. Alcune settimane fa, durante alcuni giorni di assenza, si verificò un furto (venne scassinata la porta d'ingresso) e la 44enne finì subito tra i sospettati. Una denuncia, pare, senza nessuna prova e dovuta a semplice pregiudizio: i carabinieri di Dosson infatti, perquisendo la sua abitazione, non trovarono nulla. Ora i militari proseguiranno le indagini a caccia di ulteriori elementi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusata di aver rubato nella casa in cui lavorava, 44enne si toglie la vita

TrevisoToday è in caricamento