rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Veneto

Continua a spacciare anche mentre è ai domiciliari: finisce in carcere

Un 58enne di Castelfranco Veneto nei guai: era stato arrestato il 27 ottobre (in casa aveva un bazar di droghe varie tra hashish, marijuana e cocaina) ma appena due giorni dopo era stato pizzicato da una pattuglia dei carabinieri mentre stava smerciando droga ad una cliente

Nonostante fosse stato arrestato e il giudice gli avesse concesso i domiciliari, ha continuato a spacciare come se nulla fosse ma è stato subito scoperto e ora si sono aperte per lui le porte del carcere di Santa Bona. Il protagonista di questa vicenda è un 58enne della Castellana, F.S., che da venerdì scorso si trova dietro alle sbarre su ordinanza firmata dal gip del tribunale di Treviso ed eseguita dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Castelfranco Veneto

Nel pomeriggio del 27 ottobre scorso, il 58enne era stato arrestato dai militari dell’Arma in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente. Sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, l’uomo era stato trovato in possesso di un vero e proprio “bazar” dello stupefacente: circa 140 grammi di marijuana, 4,5 grammi di cocaina e 1,4 grammi di hashish oltre a materiale vario per il confezionamento della droga.

Appena il 29 ottobre successivo, nonostante fosse agli arresti domiciliari, il 58enne è stato sorpreso da una pattuglia di carabinieri tempestivamente intervenuta sul posto, fuori dalla sua abitazione, a notevole distanza da casa, con una sua conoscente, poi trovata in possesso di una ridotta quantità di droga: il fondato sospetto dei militari è che l’uomo stesse continuando nella propria attività di pusher, incurante, come confermato nel provvedimento emesso dal Gip trevigiano, degli obblighi cui era sottoposto.  Al termine delle formalità di rito, il 58enne è stato associato al carcere di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua a spacciare anche mentre è ai domiciliari: finisce in carcere

TrevisoToday è in caricamento