Richiede un finanziamento con un carta d'identità falsa, arrestato

L'episodio venerdì scorso al centro commerciale “I Giardini del Sole” di via Dei Carpani a Castelfranco veneto. A finire in manette un 35enne della provincia di Napoli: ha cercato di acquistare smartphone e tablet per un valore di 2mila euro. Raggiro sventato dai carabinieri

L'interno dei "Giardini del Sole"

Tenta di ottenere un finanziamento di 2mila euro, per l'acquisto di smartphone e tablet, con una carta d'identità falsa. Il piano che aveva architettato un 35enne, residente in provincia di Napoli, è fallito miseramente: è stato scoperto dal commesso di un negozio di elettronica e arrestato dai carabinieri di Vedelago. L'episodio è avvenuto venerdì scorso all'interno di un punto vendita di prodotti di elettronica, situato all’interno del centro commerciale “I Giardini del Sole” di via Dei Carpani. Il campano è finito agli arresti per il reato di possesso di documento d’identificazione falso, apparentemente valido per l’espatrio.

Il 35enne, dopo aver scelto la merce da acquistare e chiesto di rateizzare con un finanziamento la spesa, ha mostrato alle commesse una carta d’identità valida per l’espatrio che riportava si la sua fotografia ma le generalità di una terza persona, estranea ai fatti. A quel punto, dopo pochi minuti, sono giunti sul posto i carabinieri, già impegnati in un servizio di controllo del territorio nelle vicinanze, che hanno provveduto agli accertamenti nei confronti del 35enne e del documento in suo possesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accompagnato presso gli uffici della stazione di Vedelago, i militari hanno avuto modo di appurare la falsità della carta d’identità, peraltro di ottima fattura e assolutamente in grado di trarre in errore ad un prima vista, quindi hanno eseguito la completa identificazione dell’indagato, che risultava già conosciuto alla giustizia, anche per episodi simili. Il documento è stato messo sotto sequestro, mentre la posizione del 35enne, tratto in arresto, è ora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento