Cronaca Castelfranco Veneto

Scontri prima di Giorgione-Bassano: per tre ultras daspo per tre anni

Nel mirino della Digos della Questura di Treviso alcuni sostenitori della squadra berica che sono stati identificati dalle telecamere di videosorveglianza. Durante lo scontro tra le due tifoserie sono state utilizzate aste di bandiera e cinture, a mo’di frusta, oltre allo scambio di calci e pugni

Il Questore della Provincia di Treviso, Vito Montaruli, sulla base degli approfondimenti effettuati dalla Divisione Anticrimine e dagli accertamenti compiuti dalla Digos per individuare ulteriori partecipanti alla rissa avvenuta all’esterno del palazzetto dello Stadio di Castelfranco Veneto il 13 marzo scorso (in occasione della partita del campionato di Eccellenza tra Giorgione e Bassano), ha emesso altri tre provvedimenti Daspo, per tre anni, nei confronti di altrettanti ultras del Bassano che prima dell’incontro di calcio tra avevano dato luogo a violenti scontri all’esterno dell’impianto sportivo. Analogo provvedimento è stato già preso per nove ultras della squadra trevigiana.

Il provvedimento inibisce l’accesso agli incontri ufficiali, anche amichevoli e internazionali, di tutte le competizioni di calcio e basket, oltre a quelle del Bassano. Alla identificazione dei soggetti si è giunti anche attraverso la visione delle immagini estrapolate dalla video-sorveglianza cittadina che hanno permesso all’Ufficio Digos della Questura di ricostruire nei particolari le condotte violente poste in essere dai destinatari dei provvedimenti. Durante lo scontro tra le due tifoserie sono state utilizzate aste di bandiera e cinture, a mo’di frusta, oltre allo scambio di calci e pugni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri prima di Giorgione-Bassano: per tre ultras daspo per tre anni
TrevisoToday è in caricamento