"Carosello" distrutta dalle fiamme, investigatori escludono il dolo

La perizia condotta sui 300 metri quadri del capannone di via Sile a Castelfranco, sequestrato per consentire le verifiche, non ha infatti evidenziato nessuna traccia

L'incendio di domenica sera

Non è di origine dolosa il devastante incendio scoppiato nella tarda serata di domenica e che ha distrutto la sede dell'azienda "Carosello" di Castelfranco Veneto, in via Sile. Questa è la conclusione a cui giungono gli esiti del sopralluogo effettuato questa mattina dai Vigili del Fuoco di Treviso. La perizia condotta sui 300 metri quadri di capannone, che era stato sequestrato per consentire le verifiche, non ha infatti evidenziato nessuna traccia che possa portare alla conclusione che il rogo sia stato appiccato.

Stando alle prime ricostruzioni le fiamme si sarebbero sprigionate dall'interno dei locali che ospitavano la sede della ditta, che è  specializzata nella produzione di etichette per cartellonistica pubblicitaria. Sul posto erano intervenute sei squadre dei vigili del fuoco da Castelfranco, Treviso e Bassano del Grappa, oltre ai carabinieri di Castelfranco, che hanno lavorato per ore prima di domare l'incendio, che fortunatamente l'incendio non ha causato feriti ma solo danni alla struttura, per quanto ingenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento