rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Castelfranco Veneto

"Revenge porn" su una ragazzina di 15 anni, indagato l'ex fidanzato

E' successo nella castellana: una mamma scopre filmati e foto osè della figlia minorenne e denuncia il fidanzatino, un 20enne residente a Piombino Dese, in provincia di Padova, che è stato indagato per pornografia minorile

Un caso di revenge porn che ha al centro, come vittima, una ragazzina di soli 15 anni. E' quello che è successo nella castellana: una mamma scopre filmati e foto osè della figlia minorenne e denuncia il fidanzatino, un ventenne di Piombino Dese, in provincia di Padova, che è stato indagato per pornografia minorile. 

La storia, raccontata oggi da La Tribuna di Treviso, accende i riflettori sulla piaga  delle immagini "hot" scambiate con il telefono e che vengono utilizzate come strumento di ricatto. Protagonista suo malgrado dei fatti una ragazzina la cui madre, qualche mese fa, indagando sul cellulare e sui social ha scoperto  che la giovane, da oltre un anno impegnata  nella frequentazione di un ragazzo di cinque anni più grande di lei, era costretta a inviare al giovane foto e filmati di sè senza veli o in atteggiamenti erotici. Materiale che era stato poi usato da lui sotto forma di ricatto perché non la lasciasse, nonostante le pressioni della famiglia.

Alla fine, l’amara verità: quando la ragazza s’è ribellata, lui ha aperto un falso profilo Instagram e ha pubblicato le foto della fidanzatina senza veli. Il giovane è stato indagato dalla Procura della Repubblica di Treviso con l'ipotesi di reato di  pornografia minorile ma soprattutto  per l’articolo 612 ter del codice penale, quello che punisce il revenge porn. Rischia una condanna fino a sei anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Revenge porn" su una ragazzina di 15 anni, indagato l'ex fidanzato

TrevisoToday è in caricamento