Arrestato a maggio, 29enne di nuovo in manette per spaccio

Il giovane, di origini kosovare, nuovamente pizzicato dai carabinieri di Castelfranco a smerciare cocaina. Denunciato dai militari di Riese Pio X un 35enne romeno: in casa tre piante di marijuana, mdma e alcune pastiglie di ecstasy

Dopo l'arresto per spaccio, nello corso mese di maggio, il giudice gli aveva concesso la libertà, sottoponendolo solo all'obbligo di firma quotidiano. Nei giorni scorsi è finito nuovamente in manette: durante il suo "tempo libero" continuava tranquillamente a vendere di dosi di cocaina, come nulla fosse. Si tratta di un 27enne kosovaro, residente a Castelfranco: nei suoi confronti il tribunale ha emesso un'ordinanza con cui il giovane dovrà ora restare ai domiciliari. Secondo quanto accertato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Castelfranco Veneto il pusher, tra giugno e luglio, avrebbe più volte spacciato nel centro della città del Giorgione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre per quanto riguarda la lotta allo spaccio di droga i carabinieri di Riese Pio X hanno, nei giorni scorsi, denunciato un cittadino romeno di 35 anni, con precedenti. Durante una perquisizione domiciliare sono stati trovati 6,5 grammi di marijuana, 0,2 di mdma, 5 pastiglie di ecstasy e tre piante di marijuana, alte un metro abbondante, e vari semi pronti per essere piantati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento