Arrestato a maggio, 29enne di nuovo in manette per spaccio

Il giovane, di origini kosovare, nuovamente pizzicato dai carabinieri di Castelfranco a smerciare cocaina. Denunciato dai militari di Riese Pio X un 35enne romeno: in casa tre piante di marijuana, mdma e alcune pastiglie di ecstasy

Dopo l'arresto per spaccio, nello corso mese di maggio, il giudice gli aveva concesso la libertà, sottoponendolo solo all'obbligo di firma quotidiano. Nei giorni scorsi è finito nuovamente in manette: durante il suo "tempo libero" continuava tranquillamente a vendere di dosi di cocaina, come nulla fosse. Si tratta di un 27enne kosovaro, residente a Castelfranco: nei suoi confronti il tribunale ha emesso un'ordinanza con cui il giovane dovrà ora restare ai domiciliari. Secondo quanto accertato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Castelfranco Veneto il pusher, tra giugno e luglio, avrebbe più volte spacciato nel centro della città del Giorgione.

Sempre per quanto riguarda la lotta allo spaccio di droga i carabinieri di Riese Pio X hanno, nei giorni scorsi, denunciato un cittadino romeno di 35 anni, con precedenti. Durante una perquisizione domiciliare sono stati trovati 6,5 grammi di marijuana, 0,2 di mdma, 5 pastiglie di ecstasy e tre piante di marijuana, alte un metro abbondante, e vari semi pronti per essere piantati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento