Colf trovato morto in casa, è stato stroncato da un malore

Stefano Conte, 61 anni, viveva in via San Pio X a Castelfranco Veneto. Presso la sua abitazione, nella serata di lunedì, sono giunti gli infermieri del Suem 118 e i carabinieri

Sul posto sono intervenuti i carabinieri

E' stato colto da un malore, fatale, mentre era all'interno della taverna della sua abitazione. A perdere la vita Stefano Conte, 61 anni, collaboratore domestico che viveva in via San Pio X, a Castelfranco Veneto. Presso la sua abitazione, nella serata di lunedì, sono giunti gli infermieri del Suem 118 e i carabinieri di Castelfranco Veneto che sono stati allertati dal fratello dell'uomo, preoccupato perchè non aveva più sue notizie. Gli investigatori hanno accertato che la morte era stata causata da un malore, forse un infarto da cui il 61enne sarebbe stato colpito, escludendo eventuali responsabilità di terzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento