rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Veneto

Cocaina dal Sudamerica all'Europa, boss del narcotraffico si nascondeva nella Marca

L'uomo, un cittadino albanese, è stato rintracciato dal Gico della Guardia di Finanza di Venezia a Castelfranco Veneto: sul suo capo pendeva un mandato di arresto europeo emesso dal tribunale di Liegi (Belgio)

Tra il 2021 e il 2022 era al vertice di un’organizzazione criminale a livello internazionale specializzata nel commercio e nell’importazione di cocaina tra il Sud America e l’Europa. Il trafficante, un cittadino albanese di 39 anni, dipendente di un'azienda che si occupa di compravendita di auto, è sfuggito finora alle maglie della giustizia, in particolare quella belga che aveva emesso nei suoi confronti, attraverso il giudice istruttore del tribunale di Liegi un mandato di arresto europeo. Nei giorni scorsi lo straniero è stato scovato e arrestato nella Marca, a Castelfranco Veneto, dai finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Venezia. Lo straniero che aveva scelto la provincia di Treviso come nascondiglio, è accusato di traffico internazionale di stupefacenti.

I militari delle Fiamme Gialle, a seguito di una mirata attività investigativa, hanno rintracciato il balcanico, accompagnandolo poi nella casa circondariale di Venezia, a disposizione della Corte d’Appello di Venezia. Quest’ultima, a breve, dovrà decidere se concedere la consegna verso il Belgio, rendendo così esecutivo il Mandato d’Arresto Europeo. L’attività, svolta dal personale del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata di Venezia in costante coordinamento con la Divisione S.I.Re.N.E. del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia in Roma, ha richiesto l’effettuazione di numerosi sopralluoghi e pedinamenti che hanno visto l’impiego dei finanzieri per rintracciare lo straniero che non viveva nell’indirizzo di residenza anagrafica. Lo straniero aveva già precedenti per traffico di droga in Italia: nell'organizzazione belga l'uomo si occupava di far uscire dai porti belgi le partite di droga, per poi distribuirle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina dal Sudamerica all'Europa, boss del narcotraffico si nascondeva nella Marca

TrevisoToday è in caricamento