Schiaffi ad una capotreno, condannato un 28enne

Mano pesante del giudice nei confronti di un giovane cingalese a cui è stata inflitta una pena di sei mesi di reclusione, senza sospensione della pena: se non farà ricorso finirà dietro alle sbarre

E' una vera e propria "stangata" quella inflitta stamani, lunedì, in Tribunale a Treviso dal giudice monocratico Lonardo Bianco ad un cittadino cingalese, finito a processo con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale per aver rifilato un ceffone alla capotreno che lo aveva fatto scendere dal vagone in cui stava viaggiando, da Treviso e Vicenza, senza biglietto.

Sei mesi senza sospensione la pena esemplare nei confronti del 28enne protagonista della vicenda, che in passato aveva ricevuto anche un decreto di allontanamento dal territorio nazionale da parte della Prefettura di Brindisi. Il pubblico ministero aveva chiesto 4 mesi di sospensione con le attenuanti e la sospensione mentre la difesa aveva invocato la riqualificazione del reato in lesioni semplici. Ma il giudice è stato durissimo e ora l'uomo dovrà presentare ricorso in appello se non vuole finire in galera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti sono accaduti nel settembre del 2016. La capotreno, una donna di 34 anni, aveva intercettato il cittadino dello Sri lanka a Castelfranco mentre questi era  in viaggio da Treviso a Vicenza. Il senza fissa dimora non aveva con sé documenti e quando gli è stato intimato di pagare il biglietto con la sanzione prevista a bordo non ha neppure risposto. La capotreno gli ha allora intimato di scendere e lui, mentre era sulle scalette del vagone, si è improvvisamente giurato è ha schiaffeggiato la donna, che ha  a sua volta immediatamente avvisato la polizia ferroviaria. Tratto in arresto subito dopo, il 28enne è stato identificato  come un immigrato irregolare dello Sri Lanka che che nel giugno dello stesso anno aveva ricevuto un decreto di espulsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento