menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il comandante dei carabinieri della stazione di Castelfranco, Antonio Currò

Il comandante dei carabinieri della stazione di Castelfranco, Antonio Currò

Tenta di rubare una borsa nell'auto in sosta ma a bordo c'era una nonna

Il ladro è un giostraio di 49 anni, ora arrestato. L'uomo ha ferito leggermente una 60enne: la donna stava aspettando che la figlia accompagnasse il nipote all'asilo di Villarazzo

CASTELFRANCO VENETO Si era appostato nel parcheggio dell'asilo di Villarazzo, a Castelfranco ed ha atteso che una madre, una 42enne di Castello di Godego, uscisse dall'auto per accompagnare il figlioletto all'ingresso. Era quello il momento più opportuno per avvicinarsi alla vettura, aprire la portiera posteriore e prendere la borsa della malcapitata. Sembrava un furto semplice semplice. Il ladro in questione però non si era però reso conto che in auto, oltre alla borsa, era rimasta anche la nonna del bimbo. Il malvivente è riuscito a prendere il bottino, nel portafogli c'erano circa 600 euro, dopo una colluttazione con la 60enne che è rimasta ferita.

Protagonista di questo episodio, avvenuto lo scorso 9 marzo, un giostraio 49enne originario di Pederobba ma residente a San Martino di Lupari, nel padovano: a distanza di due mesi i carabinieri di Castelfranco (coordinati dal comandante della stazione Antonio Currò) sono riusciti ad identificarlo e ad arrestarlo per rapina e lesioni personali. Attualmente l'uomo si trova ai domiciliari e il giudice ha disposto nei suoi confronti l'applicazione del braccialetto elettronico.

Dopo il furto a Villarazzo il giostraio era scappato a bordo di una Fiat Punto ed aveva dato vita ad uno spettacolare inseguimento con un uomo, genitore di un piccolo che frequenta l'asilo, che si era messo sulle sue tracce. Il giostraio, durante la fuga si è esibito anche in un pericolo testa-coda che ha fatto finire fuori strada l'inseguitore. Per cercare di sfuggire alla giustizia il 49ennne aveva mandato il figlio dai carabinieri per sporgere denuncia di furto della sua auto. Ma le indagini dei carabinieri hanno accertato che in realtà era proprio lui a bordo della vettura e l'autore del furto della borsa nel parcheggio dell'asilo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento