menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'aula di tribunale

Un'aula di tribunale

Investe un uomo in scooter e scappa, "pirata" condannato

Renato Parolin, 51enne di Bassano del Grappa, è stato ritenuto colpevole di omissione di soccorso nei confronti di un uomo che aveva investito a Cavaso del Tomba il 7 ottobre del 2017

Nove mesi di reclusione e la sospensione della patente per un anno e sette mesi. Questa la condanna inflitta questa mattina, venerdì 18 ottobre, a  Renato Parolin, 51enne di Bassano del Grappa, colpevole di omissione di soccorso nei confronti di un uomo che aveva investito a Cavaso del Tomba il 7 ottobre del 2017.

L'elemento curioso di questa storia è che le indagini che hanno permesso di risalire a Parolin sono state condotte dalla vittima dell'incidente, un 40enne di Cavaso del Tomba di origine albanese, che è riuscito a entrare in possesso delle immagini riprese da alcune telecamere di videosorveglianza presenti nell'area circostante a dove era stato centrato dall'auto del 51enne mentre era alla guida del suo scooter.

Malgrado l'albanese fosse rimasto ferito Parolin non si era fermato per prestargli soccorso. Ma la vicenda giudiziaria legata a questo incidente non si esaurisce qui. Una volta rintracciato l'investitore l'albanese lo avrebbe minacciato, chiedendo dei soldi per non denunciarlo. Beccandosi a sua volta una denuncia per estorsione, per la quale è a processo sempre a Treviso. Il suo difensore, l'avvocato Luisa Osellame, punta alla riqualificazione del reato in esercizio arbitrario delle proprie ragioni e ha anticipato di voler chiedere la messa alla prova. La decisione del giudice è attesa entro la prossima settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento