Cronaca

Cave, vertice in Regione con i sindaci della Marca

Incontro urgente per chiarire gli aspetti del Collegato alla legge di stabilità 2017, attualmente in discussione in consiglio regionale, che riguardano disposizioni in materia di pianificazione regionale delle attività di cava

MONTEBELLUNA L’assessore alle politiche ambientali del Veneto Gianpaolo Bottacin ha ricevuto a Venezia una delegazione di una quindicina di sindaci dei comuni della provincia di Treviso che avevano chiesto un incontro urgente per chiarire quegli aspetti del Collegato alla legge di stabilità 2017, attualmente in discussione in consiglio regionale, che riguardano disposizioni in materia di pianificazione regionale delle attività di cava.

In particolare, a fronte dell’articolo del disegno di legge che prevede solo la possibilità di stoccare e lavorare nei siti di estrazione la ghiaia e la sabbia provenienti dai cantieri delle opere pubbliche, è stata presentato anche un emendamento da parte del consigliere Massimo Giorgetti che introduce altre misure su ampliamenti ed escavazioni che preoccupano i sindaci di un territorio come la Marca trevigiana – ha fatto presente a nome di tutti il sindaco di Montebelluna Marzio Favero – che ha già dato tantissimo nel settore delle attività estrattive e presenta una situazione tale da non poter essere ulteriormente aggravata.

Da parte sua l’assessore Bottacin ha espresso apprezzamento nei confronti della crescente sensibilità verso l’ambiente e ha assicurato che in seno alla maggioranza si stanno già facendo gli opportuni ragionamenti per trovare un punto di equilibrio su questo articolo e sull’emendamento presentato. Un equilibrio – ha aggiunto - che dovrà necessariamente essere coerente con quanto previsto dal Piano cave e dal disegno di legge sulle attività estrattive già depositati in consiglio regionale ma non ancora approvati.

Proprio dai dati del nuovo Piano cave emergono esigenze differenziate sul territorio regionale per i prossimi dieci anni. L’assessore ha perciò garantito che verrà trovata la miglior formula per esplicitare nel provvedimento in discussione i tetti per ciascuna provincia, in cui sarà reso evidente che la provincia di Treviso non sarà soggetta a nessun ulteriore carico, andando quindi nella stessa direzione del piano in attesa di approvazione. A fronte delle assicurazioni ricevute i sindaci hanno dichiarato di potersi ritenere soddisfatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cave, vertice in Regione con i sindaci della Marca

TrevisoToday è in caricamento