Cronaca Centro / Via Alzaia sul Sile

Dramma al "Barcone": cede la passerella, 20 giovani in acqua

Durante una festa per il Treviso Comic Book Festival la passerella che collega la banchina al locale è ceduta sotto il peso di 40 persone

Il momento del crollo della passerella

TREVISO - Dramma sfiorato sabato notte verso le 23.30 in via Alzaia sul Sile, nei pressi del Ponte della Gobba, a pochi passi dal centro di Treviso. Durante infatti la serata al noto locale "al Barcone", la passerella che collega l'imbarcazione alla terraferma ha improvvisamente ceduto sotto il peso di una quarantina di persone, facendo cadere nelle fredde acque del fiume circa una ventina di persone.

Sono stati momenti di paura e forte choc, con ragazzi appesi al barcone nel tentativo di non finire in acqua e altri invece che cercavano di raggiungere la riva della Restera. Fortunatamente però, grazie alla pronta chiamata alla centrale, i vigili del fuoco sono arrivati sul posto in pochi minuti per permettere il soccorso delle persone. I pompieri sono così intervenuti con tre mezzi (compreso un gommone) e circa una decina di operatori tutti in tenuta antiacqua. L'opera dei vigili del fuoco, terminata solo verso l'una della notte, è valsa a mettere in sicurezza la zona costruendo con delle scale una nuova passerella per permettere agli oltre 300 ospiti del locale di raggiungere il lato opposto. 

Nell'incidente comunque, sono cadute nel Sile 18 persone, tutte subito soccorse e fortunatamente fuori pericolo. Ci sono stati poi momenti di panico per una ragazza scomparsa e data per temporaneamente per dispersa: in realtà, dopo essere scivolata vicino a riva, la giovane era subito andata a casa a cambiarsi, spegnendo il telefono. Allarme rientrato solo molto più tardi. Sul posto sono inoltre intervenute sia le volanti della polizia che il personale del Suem 118 che ha aiutato le persone finite nel fiume con diverse coperte termiche per limitare i danni da ipotermia. Durante le operazioni i gestori del locale hanno in ogni caso bloccato la somministrazione di alcolici e spento la musica. E' probabile ora che, quella che doveva essere una festa in onore del Treviso Comic Book Festival, si trasformi in un fascicolo in Procura dove potrebbe essere aperta un'indagine per capire come sia potuto succedere un disastro di questa portata e per valutare eventuali responsabilità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma al "Barcone": cede la passerella, 20 giovani in acqua

TrevisoToday è in caricamento