Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Cementificio Pederobba, D'Incà (M5S): "Sì allo studio di Crosignani e dell'Ulss"

Tra i numerosi inquinanti che preoccupano i cittadini ci sono quelli emessi dallo stabilimento

PEDEROBBA Sì allo studio del professor Crosignani, sì allo studio dell'Ulss. A ribadirlo è il parlamentare del Movimento 5 Stelle Federico D'Incà, che interviene ancora una volta a favore dei cittadini sulla questione di uno studio epidemiologico nel Comune di Pederobba e nei Comuni limitrofi. Tra i numerosi inquinanti che preoccupano i cittadini ci sono quelli emessi dal cementificio di Pederobba, dove ogni anno vengono utilizzati come combustibile migliaia di tonnellate di derivati dal petrolio, e il sito è prossimo ad usare anche le plastiche come carburante. 

Su iniziativa della popolazione e della Consulta Ambiente, la Giunta Comunale di Pederobba con il supporto del professor Fornasier aveva incaricato il professor Paolo Crosignani, esperto di fama internazionale, di effettuare uno studio mirato alle zone interessate dalla ricaduta degli inquinanti, con il fine di verificare se vi sia una maggiore incidenza di patologie. L'Ulss2, che si era dimostrata disponibile a collaborare allo studio, ora cambia idea e rifiuta di fornire i dati sanitari necessari per eseguire lo studio, avocando a sé l'indagine epidemiologica. 

“I cittadini hanno espresso una volontà, che va sempre rispettata - dichiara il deputato M5S - per questo chiedo un atto di coraggio al sindaco Turato e alla sua giunta, perché mantengano le promesse fatte ai cittadini, preoccupati per la salute pubblica”. “Sia fatto lo studio del professor Crosignani e sia fatto anche quello che l'Ulss2 ha dichiarato di voler svolgere - prosegue il parlamentare pentastellato - entrambe le indagini possono essere patrimonio della comunità locale allarmata dall'incidenza degli inquinanti sulla salute e rispondere così alle loro preoccupazioni”. 

"Così facendo – conferma D’Incà - abbiamo non solo l'occasione di chiarire una volta per tutte se vi siano ricadute degli inquinanti provenienti dall'attività del cementificio sulla salute dei cittadini, ma anche di sperimentare in Veneto un metodo innovativo di indagine che vede la collaborazione di tutte le parti in causa e che potrà essere utilizzato come modello anche in altri territori dove la popolazione manifesti le medesime preoccupazione. “La salute dei cittadini - conclude D'Incà - viene prima di tutto. Per questo invito tutti quanti a partecipare all'incontro di lunedì 20 novembre presso la palestra di Pederobba alle ore 20,30, organizzato dalla Consulta Ambiente del Comune di Pederobba, con il professor Crosignani che presenterà il metodo di studio e i risultati conseguibili dell'analisi epidemiologica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cementificio Pederobba, D'Incà (M5S): "Sì allo studio di Crosignani e dell'Ulss"

TrevisoToday è in caricamento