menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Sig.ra Argia Granello in Colusso

La Sig.ra Argia Granello in Colusso

A San Giuseppe si sono spente 100 candeline per la Sig.ra Argia Granello

La signora, vedova Colusso, ha festeggiato nel suo quartiere con una pergamena donatale dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo e con due bollette da ben 400 euro

TREVISO La Sig.ra Argìa Granello in Colusso, residente nel quartiere di San Giuseppe a Treviso, ha tagliato il 16 gennaio il traguardo dei 100 anni. Ecco quindi, in suo onore, il messaggio che ci ha voluto recapitare un suo fiero concittadino, Vittore Trabucco.

"Nata Zero Branco nel terribile 1916, secondo anno di guerra segnato dai bombardamenti su Treviso e sulla Marca da parte dell'aviazione austro-ungarica, Argia ha vissuto in prima persona il dramma degli sfollati che, perso tutto, cercavano ricoveri per la campagna delle retrovie del fronte. Una situazione peggiorata poi nel 1917, periodo passato alla storia come " l'anno della fame": in una città deserta, fuggite tutte le autorità, unici riferimenti erano i sacerdoti nelle varie parrocchie rimasti al loro posto assieme al loro vescovo Andrea Giacinto Longhin. Un'infanzia dura quindi quella di Argìa ed una giovinezza altrettanto difficile segnata dal secondo conflitto mondiale. Ancora bombardamenti, ancora lutti, ancora distruzioni. Si sposa con Domenico, hanno 3 figlie ed ancora una sciagura: in un terribile incidente stradale, che in tanti ancor oggi a Quinto ricordano, muore il suo giovane sposo. Ma Argìa ha tempra contadina, le prove della vita la forgiano come roccia .Nel 2013 i ladri le entrano in casa nottetempo e solo per un miracolo la lasciano incolume, entrando nella stanza accanto alla sua dove dormiva la figlia ultrasettantenne Bruna Colusso accanendosi contro di lei. Il 16 gennaio però lo splendido traguardo: 100 anni! Qualche acciacco certo, ma ancora volontà e carattere di granito. Il suo segreto? La moka di caffè sempre pronta, le sue adorate brioches ed un amico silenzioso e premuroso: l'adorato Nino, il suo gattone che, quanto ad età, non è da meno di lei. Tra i regali, due in particolare: una bellissima e graditissima pergamena da parte del Sindaco Giovanni Manildo e due incredibili bollette da oltre 400 euro per gli svuotamenti del bidoncino dei pannoloni. Proprio un bel regalo quest'ultimo! Auguri affettuosi e calorosi signora Argìa. Buon compleanno!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento