Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Centro, via le transenne da domenica: dal 2016 i varchi

Il vicesindaco Grigoletto incontra le associazioni dei commercianti: "Proposta condivisa su fasce orarie, recupero dei negozi sfitti e varchi"

TREVISO L’idea del sistema di controllo elettronico alle porte della città piace. Le transenne potrebbero spesso sparire. Se n’è parlato venerdì mattina nel corso di un incontro tra il vicesindaco di Treviso, Roberto Grigoletto, e le associazioni di categoria sulla rivitalizzazione e la pedonalizzazione del centro storico, cui hanno partecipato anche i tecnici del Comune, settore mobilità e attività produttive, il manager del distretto Aldo Pellegrino, i rappresentanti di Ascom, Confartigianato, Confesercenti, Artigianato Trevigiano e Moica.

“C’è la volontà da parte di tutti di procedere con il progetto che dovrà svilupparsi attraverso la possibilità offerta da Urbecom, il progetto di rivitalizzazione del centro e di rilancio delle attività commerciali – spiega Grigoletto -. Nel corso del tavolo inoltre sono emerse le potenzialità derivanti dai varchi, il sistema di controllo elettronico degli accessi che potrà essere installato con l’inizio del nuovo anno”. Sarà possibile per residenti e commercianti ottenere il permesso inviando il numero di targa alla polizia locale, attraverso email e altri sistemi che verranno poi specificati, senza incorrere nel rischio di sanzioni. Inoltre, per i turisti e per chi dovesse avere bisogno di accedere urgentemente per interventi (per esempio artigiano in generale) inviando la richiesta entro le 48 ore dopo l’accesso. In ogni caso i varchi funzioneranno come un semaforo facendo comparire la scritta ‘attivo’, ‘non attivo’ a seconda che le auto possano o meno entrare in Ztl. Da domenica 24 maggio, come già annunciato, non si vedranno più le transenne sul cavalcavia, in via Roma, ma anche Riviera Santa Margherita all’entrata della città “così da favorire anche la sosta nelle zone e nei parcheggi all’entrata della città, giù dal cavalcavia e in Piazza della Vittoria” continua Grigoletto. 

NEGOZI SFITTI Grande interesse da parte della categorie anche per la proposta del vicesindaco di avviare un progetto condiviso con le associazioni per la valorizzazione dei negozi sfitti. “L’idea è di creare un progetto condiviso con le associazioni dei commercianti ma anche con i proprietari degli immobili non utilizzati per garantire, da un lato attraverso pulizia e allestimenti, il necessario ed adeguato decoro urbano, dall’altro per ricercare la possibilità di un utilizzo attività come rassegne, mostre che garantiscano vitalità, in particolare di alcune aree del centro”. 

ZTL A FASCE ORARIE Ad emergere dal tavolo di concertazione anche la sperimentazione delle ztl per fasce orarie, da concordare con le categorie in ulteriori incontri chiesti in modo particolare dall’Ascom. Accolti con favore anche i lavori di riqualificazione e valorizzazione di Santa Maria dei Battuti “che partiranno il 16 giugno, a conclusione del progetto di progettazione partecipata avviato anche in collaborazione con Ulss9”, chiude il vicesindaco.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro, via le transenne da domenica: dal 2016 i varchi

TrevisoToday è in caricamento