menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cereria Ermini di Roncade, posti di lavoro e produzione a rischio

Gianni Boato, Femca Cisl Belluno Treviso “I dipendenti hanno ricevuto lo stipendio di febbraio ma non quello di marzo"

RONCADE - Il 17 Aprile scorso, anche su sollecitazione dei sindacati, il tribunale di Treviso ha autorizzato il pagamento del mese di Febbraio 2014 ai dipendenti della Cereria Ermini. Lo rendono noto fonti sindacali.  “Abbiamo purtroppo rilevato che le istanze presentate, in ritardo, non prevedevano l’autorizzazione del pagamento del mese di marzo – dichiara Gianni Boato Femca Cisl Belluno Treviso – Inoltre i 26 dipendenti attendono ancora i modelli Cud 2014 per poter procedere con la dichiarazione dei redditi 2013. L’inadempienza dell’azienda è davvero scandalosa”

Nessun segnale di ripresa da quando la Cereria Ermini ha fatto richiesta di ammissione al concordato, nessuna proposta, nessun contatto con i rappresentanti sindacali che avevano chiesto un confronto serio sul positivo esito della trattativa, secondo quanto reso noto dai sindacati. “Il silenzio è stato rotto qualche sera fa da Mario Cuneo, consulente per l’azienda, che ci ha informati sull’intenzione della dirigenza di presentare in tribunale la richiesta di fallimento in proprio per la  Cereria Ermini – prosegue Gianni Boato – Prevedevamo questa mossa, purtroppo senza nessun progetto serio. Ora quello che speriamo è che le aziende del settore che operano nel mercato della Cereria Ermini, mercato importante e stabile,  possano rilevare parte dell’attività salvaguardando il maggior numero di posti di lavoro.”

E’ bene ribadire che la Cereria Ermini ha fermato la produzione da mesi e che in questo periodo nessun ordine è stato evaso. Alla luce dei fatti, nessun prodotto viene più realizzato a Carbonera, tantomeno può essere commercializzato con il marchio di eccellenza “Cereria Ermini”. “Siamo preoccupati anche per la tutela dei magazzini di Carbonera e Roncade – ribadisce Boato Femca Cisl – c’è infatti il rischio che vengano svuotati di materie prime e prodotti finiti stoccatiE’ una situazione paradossale in cui si trovano dipendenti che per decenni hanno garantito dedizione e qualità all’azienda e, da ormai sei mesi, vengono ignorati. Ieri abbiamo chiesto la convocazione di un nuovo tavolo di confronto in Provincia, che dovrebbe essere convocato per la prossima settimana.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento