rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca Fonte

Quinta edizione di "CFP in festa": Fonte saluta l'ex presidente Don Roberto Trevisan

Don Roberto è stato sostituto da qualche mese da don Paolo Magoga presente ieri insieme al direttore Andrea Mangano e al sindaco di Fonte Massimo Tondi

FONTE “Carissimo don Roberto la ringraziamo per tutto il bene che ha fatto per noi e per questa fantastica scuola”; “E’ stato il miglior presidente che abbia mai avuto: simpatico, gentile…”. Questi sono solo due dei pensieri scritti dagli allievi del Centro di formazione professionale (Cfp) di Fonte in un quaderno-ricordo donato ieri domenica 28 maggio all’ex presidente del Centro don Roberto Trevisan nell’ambito della festa di fine anno scolastico. Don Roberto è stato sostituto da qualche mese da don Paolo Magoga presente ieri insieme al direttore Andrea Mangano e al sindaco di Fonte Massimo Tondi. 

Durante la festa sono stati anche consegnati i diplomi di qualifica agli allievi che hanno concluso gli studi nel 2016. In particolare lo scorso anno scolastico sono stati 135 gli allievi usciti dalla scuola. Ben il 70% di loro ha già trovato un lavoro. Nel pomeriggio alcuni di loro hanno partecipato ad una competizione divisi in squadre. Obiettivo superare prove inerenti gli studi (prove di meccanica, di falegnameria, di idraulica, ecc…)."La festa è stata un bel momento di aggregazione per i nostri allievi e le famiglie – ha sottolineato il presidente don Paolo Magoga – e ogni anno cerca di valorizzare il loro impegno scolastico. La festa intende valorizzare lo stretto legame che abbiamo con il territorio – ha aggiunto il direttore Andrea Mangano - per questo invitiamo anche le aziende che collaborano con noi e che ospitano durante l’anno gli stage dei nostri allievi. Sono poi le stesse aziende che li assumono perché vedono la serietà della loro preparazione».

unnamed-1-70

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quinta edizione di "CFP in festa": Fonte saluta l'ex presidente Don Roberto Trevisan

TrevisoToday è in caricamento