menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A rischio chiusura tredici piccoli uffici postali della Marca

Il Tar del Lazio dovrà pronunciarsi sul ricorso presentato da Cgil e associazione comuni della Marca contro il piano di dismissioni di Poste Italiane

TREVISO Tredici uffici postali della Marca sono nuovamente a rischio chiusura: a pronunciarsi sul loro destino, dopo il piano di dismissione avviato da Poste Italiane un anno or sono e contro cui erano intervenuti sindacati, amministratori locali ed esponenti politici, sarà il Tar del Lazio. Rischiano di chiudere definitivamente i battenti e agenzie postali di Semonzo, Cimetta, Valmareno, Fonte Alto, Santi Angeli, Pianzano, Candelù, Bavaria, Ca' Rainati, Montaner, San Pietro di Barbozza, Cavasagra, Fossalunga. Il piano di riorganizzazione di Poste comprendeva complessivamente 46 dismissioni in tutta la regione Veneto.

A settembre, dopo i ricorsi presentati dall'associazione dei Comuni della Marca e dalla Cgil attraverso l'avvocato Luigi Garofalo, il Tar del Veneto aveva sospeso l'esecuzione del piano rimandando la decisione al tribunale amministrativo del Lazio. La mobilitazione contro le chiusure aveva portato finora al salvataggio degli uffici di Fossalunga e di Scomigo (con orari ridotti) mentre ha chiuso definitivamente i battenti lo sportello di San Michele di Cimadolmo: la locale amministrazione comunale decise infatti di non presentare ricorso. Ora, se la sentenza sarà favorevole a Poste, le saracinesche potrebbero abbassarsi. Questa volta definitivamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento