menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestro di persona ai fini di estorsione, arrestati due cinesi

Stando alle indagini dei carabinieri, i due asiatici hanno tenuto sequestrati dei connazionali per favorirne l'immigrazione clandestina

TREVISO — Sequestro di persona a scopo di estorsione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Di questo sono accusati due cinesi, arrestati a Trieste dai carabinieri del comando provinciale di Treviso.

C.C.B., 46 anni e X.X., 45 anni, entrambi asiatici, dovranno scontare ben 18 anni di carcere per dei fatti avvenuti nell’anno 2004. Nell’occasione i militari di Montebelluna scoprirono che i due avevano tenuto sequestrati parecchi connazionali.

Il sequestro era finalizzato all’attesa che i parenti versassero la somma di denaro richiesta al fine di favorirne l’immigrazione clandestina. Il tentativo non sfuggì ai carabinieri che, al termine dell’operazione, sono riusciti ad arrestarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Attualità

Veneto in zona arancione: cosa si può fare da martedì 6 aprile

Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento