rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Codognè

Scuolabus "sabotato": interrogati dai carabinieri autisti e meccanici

Lunedì scorso uno scuolabus della Marco Rdr ha perso due ruote posteriori destre mentre percorreva le strade del centro di Codognè. Qualche settimana fa un cartello di minacce. Il Comune si costituirà parte civile

Il Comune di Codognè si costituirà parte civile nei confronti del responsabile del presunto sabotaggio che lunedì scorso ha provocato il distaccamento degli pneumatici posteriori di destra di uno scuolabus dell'azienda di trasporti Marcon Rdm di Godega di Sant'Urbano.

L'incidente. Il pulmino stava viaggiando vuoto dopo il consueto giro in cui alunni e studenti erano stati accompagnati agli istituti scolastici della zona: alle 9.30 del mattino, di fronte al municipio, il mezzo è rimasto in panne. Il sindaco, Lisa Tommasella, ha già incaricato il segretario comunale di preparare la documentazione da presentare ai carabinieri della stazione di Codognè che in queste ore stanno svolgendo accertamenti sulla vicenda.

Intanto l'indagine dei carabinieri prosegue. In questi giorni saranno convocati in caserma autisti, altri dipendenti della Marcon Rdm (la titolare, Roberta Marcon, aveva presentato denuncia mercoledì scorso) e i meccanici. Nell'ottobre del 2020 l'azienda aveva già avuto a che fare con un caso simile: un mezzo a cui ignoti avevano sbullonato una ruota. Anche in quel caso senza conseguenze per chi lo guidava. Più di recente a Conegliano sul parabrezza di uno scuolabus che era stato posteggiato di fronte al cimitero di Conegliano era stato lasciato un cartello in cui figuravano minacce. Si trattava probabilmente di un residente che contestava il fatto che il veicolo venisse posteggiato nel parcheggio. Secondo gli investigatori non ci sarebbe però nessun legame tra questo episodio e la manomissione di lunedì scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuolabus "sabotato": interrogati dai carabinieri autisti e meccanici

TrevisoToday è in caricamento