rotate-mobile
Cronaca

Il comandante provinciale Gianfranco Lusito lascia la Marca

"Mi ha scosso molto l'episodio di Denise Morello", è uno dei fatti di maggior clamore che ha affrontato nella provincia. Ora andrà a Roma

“Abbiamo fatto il possibile, la vicenda di Denise Morello mi ha scosso molto”. Con queste parole esprime il suo rammarico il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Gianfranco Lusito, in partenza per la capitale dopo tre anni di attività a Treviso. ricorda il caso della ragazza uccisa a Montebelluna dall’ex compagno (VEDI), che poi si era suicidato all’Interspar: “Una vicenda clamorosa che ci ha obbligati a pianificare diversi metodi di intervento in queste situazioni. È importante che le donne non sottovalutino e segnalino le difficoltà alle forze dell’ordine”.

Lascia la Marca con un po’ di dispiacere, “ma non dimenticherò il lavoro svolo insieme a tutti colleghi e alle autorità giudiziarie e istituzionali, abbiamo fatto squadra e raggiunto importanti risultati. Dispiace non aver risolto l’omicidio Simonetto di Pieve di Soligo, ma sicuramente presto individueremo il killer”. (VEDI)

Il colonnello Lusito lascerà il posto a Ruggiero Capodivento, si scambieranno i ruoli. È già in partenza per raggiungere Roma, dove assumerà il ruolo di capo ufficio addestramento del comando delle scuole dell’Arma.

“Treviso continuerà ad essere una delle città più sicure d’Italia, abbiamo fatto un ottimo lavoro combattendo la criminalità organizzata e sostenendo da vicino, in tutto il territorio, i cittadini, - commenta Lusito – Me ne vado con commozione, ho coordinato circa 800 militari in questi tre anni nel Trevigiano, spero di lasciare un gruppo più sereno”, conclude. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comandante provinciale Gianfranco Lusito lascia la Marca

TrevisoToday è in caricamento