menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Compiano

Luigi Compiano

Compiano: al via il primo processo per evasione fiscale da 14 milioni

La famiglia Compiano non avrebbe versato, tra il 2011 e il 2013, l'Iva e altre imposte minori sui contributi dei dipendenti:un buco da 14 milioni

TREVISO - Si apre il primo processo a Luigi Compiano, patron dell'omonima azienda, per evasione fiscale. Gli inquirenti difatti contestano al magnate il mancato versamento, tra il 2011 e il 2013, dell'Iva e di altre imposte minori relative ai contributi dei propri dipendenti per un totale di circa 14 milioni di euro così suddivisi: 12 milioni alla Nes e 1 milione per la Vigilanza Compiano.

Come riportano i quotidiani locali, si tratta solo del primo di una serie di processi penali in ambito tributario che vedrà Luigi Compiano alla sbarra nei prossimi mesi. Mesi che saranno oltremodo infuocati per l'azienda di famiglia a causa di un contrasto tra la Procura di Treviso e il commissario straordinario Sante Casonato in merito alle 200 auto della Compiano sequestrate ancora mesi fa per ripianare i debiti con l'erario.

A breve il pm De Bortoli richiederà la confisca effettiva per permettere allo Stato di rientrare, perlomeno parzialmente, delle imposte non versate, ma Casonato è di opinione avversa, volendo invece un dissequestro per poter porre le auto all'asta ricavando del denaro liquido con cui abbassare il debito totale di 104 milioni di euro dell'azienda Compiano. La decisione finale sarà presa nella prossima  udienza di settembre dal giudice Michele Vitale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento