Cronaca

Home Rock Bar: solidarietà a Marco, finito dentro l'uragano del Brenta

L'immagine della sua auto, schiacciata da un tronco d'albero, è una dei simboli della tragedia. Grazie ad una serata al King's col live dei Rumatera ora potrà (in parte) ricomprarla. Protagonista è un chitarrista di varie cover band

L'auto di Marco

TREVISO La gara solidale per aiutare le vittime del tornado sulla Riviera passa per Jesolo, dove venerdì sera alla storica discoteca King’s Club era in programma un live dei Rumatera, organizzato in collaborazione con Home Rock Bar, il locale di Treviso dal quale nasce Home Festival. Amedeo Lombardi, il titolare trevigiano: “In serata suonava anche Marco, chitarrista di una nota cover band degli Ac/Dc, i Powerage, che è un nostro amico”, spiega. “Ci ha toccato molto la sua esperienza dentro l’uragano sulla Riviera, a Cazzago, e abbiamo deciso di devolvere parte dell’incasso della serata e la raccolta fondi fatta per dargli una mano a ricomprare l’auto”.

Un piccolo gesto, a margine di una serata sold out e partecipatissima grazie alla performance dei Rumatera. Ma il protagonista era lui, Marco Manente, 39enne di Arino di Dolo. L’altro giorno era andato a prendere all’asilo la figlia di due anni e mezzo a bordo della sua Volvo S40 grigia. “D’improvviso me lo sono trovato davanti: ero a Cazzago, di fronte avevo il tornado”, racconta. “Un bidone dell’umido mi ha schiacciato la portiera, poi sono esplosi e finestrini dell’auto. Mia figlia urlava, le finivano i vetri addosso e a quel punto che l’auto è stata colpita da un tronco. Non sapevo cosa fare. Mi sono gettato sul sedile dietro, dove lei era seduta sul seggiolone, per proteggerla. L’inferno è durato due minuti, poi mi sono trovato una decina di metri più avanti, l’auto quasi volava. Ma ero vivo”. Marco è uscito dall’auto, rimasta schiacciata sotto a quell’albero. Dopo qualche minuto sono arrivati i giornalisti e i residenti. E quelle immagini sono diventate uno dei simboli della tragedia, che ora però grazie alla solidarietà e beneficenza di molti potrà forse essere in parte dimenticata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Home Rock Bar: solidarietà a Marco, finito dentro l'uragano del Brenta

TrevisoToday è in caricamento