menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conegliano, apre il nuovo parcheggio pubblico all'ex Shopping Center Biscione

72 posti auto e 17 posti moto a disposizione della cittadinanza e a supporto dello shopping e delle visite in centro. Uno slancio ulteriore arriverà poi nei prossimi giorni dall'apertura della mostra "Bellini e i Belliniani"

CONEGLIANO Dal prossimo lunedì mattina 72 posti auto e 17 posti moto di parcheggio sotterraneo ex Shopping Center saranno fruibili al pubblico in un'area centralissima come quella del Biscione. Posti auto pubblici e quindi a tariffa strisce blu, ma con diversi vantaggi economici. "Si tratta del risultato di una iniziativa di riorganizzazione del parcheggio sotterraneo che vede la possibilità per gli utenti del centro storico di usufruire di un parcheggio garage coperto a prezzi vantaggiosi considerato che saranno applicate le tariffe della superficie - spiega il sindaco Floriano Zambon - La tariffa oraria sarà quindi quella di 1.20 euro. Inoltre sarà possibile sottoscrivere contratti di abbonamento annuali, semestrali e trimestrali a prezzi ridotti del 40% rispetto alle tariffe precedenti".

Per gli abbonamenti è possibile rivolgersi all'Abaco Conegliano di Via Caronelli, 29 Tel. 043835939, Fax. 043835939, parcheggi.conegliano@abacospa.it .Per gli utenti c'è inoltre la possibilità di acquistare un posto auto nell'area adiacente, coperto e sotterraneo, al prezzo calmierato di euro 10mila cadauno. Un altro bel colpo per il centro storico che sta facendo il conto alla rovescia per l'apertura ufficiale della mostra "Bellini e i Belliniani", promossa dal Comune di Conegliano e da Civita Tre Venezie. La mostra aprirà ufficialmente i battenti a Palazzo Sarcinelli Via XX Settembre 132 dal 25 febbraio (www.mostrabellini.it).

In questi giorni l'arrivo delle opere è stato salutato a Palazzo Sarcinelli dal sindaco Floriano Zambon: "Dopo Un Cinquecento Inquieto nel 2014, seguito dal Carpaccio, Vittore e Benedetto nel 2015 e, nel 2016 da I Vivarini, l'indagine approda alla figura imprescindibile di Giovanni Bellini (1430 circa-1516), scelta tanto più opportuna nel quinto centenario della morte del maestro. - aggiunge il primo cittadino

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
 - Bellini ha lasciato indubbiamente il segno inconfondibile del suo passaggio, ha creato punti di riferimento che hanno fatto scuola per un consistente numero di pittori, stilemi di cui possiamo riconoscere gli elementi costitutivi. La mostra ideale nell'anno della candidatura italiana delle colline del Prosecco Superiore a patrimonio dell'UNESCO."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento