rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Conegliano

Viaggio di lavoro nella Marca, imprenditore arrestato dalla polizia

In cella un macedone di 55 anni, Kaliqi Rexhep, titolare di una ditta di termoidraulica croata, si trovava in un albergo del Coneglianese con due soci. Deve scontare una pena di 10 anni per l'esplosione di una caldaia che nel 2014, in Albania, causò due feriti

CONEGLIANO Un imprenditore macedone di 55 anni, Kaliqi Rexhep, titolare di una ditta di termoidraulica con sede a Zagabria, è stato arrestato venerdì scorso dagli agenti del Commissariato di Conegliano. L'uomo è stato fermato in un albergo di Conegliano dove stava soggiornando con due soci ingegnieri, entrambi di nazionalità moldava: insieme stavano erano giunti per svolgere dei lavori nella zona di Vittorio Veneto. L'imprenditore era colpito da un mandato di arresto europeo: deve scontare una pena di 10 anni, combinata dalla giustizia albanese per un episodio risalente al 2014. Il 14 ottobre di quell'anno, nella città di Fier, l'esplosione di una caldaia installata dalla sua azienda causò il grave ferimento di due persone. La causa fu probabilmente dovuta al non corretto collaudo della struttura. Finora il 55enne, ora rinchiuso nel carcere di Santa Bona, era sempre riuscito a sfuggire alle manette: prima di giungere in provincia di Treviso, Kaliqi Rexhep, era stato, sempre per lavoro, in Germania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio di lavoro nella Marca, imprenditore arrestato dalla polizia

TrevisoToday è in caricamento