La moglie lo vuole lasciare, lui la perseguita per quattro mesi

Un albanese di 37 anni è finito a processo per stalking nei confronti della ex coniuge dopo essere stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento

Un albanese di Conegliano è a processo per stalking

Quattro mesi in cui ha perduto letteralmente la testa, su cui pesava, come la proverbiale Spada di Damocle, la possibilità che la moglie chiedesse la separazione. Tutta la rabbia per la situazione difficile in cui si trovava l'ha però sfogata addosso a lei, scatenando una vera e propria campagna persecutoria.

E così che M.M., un albanese di 37 anni, è finito a processo per stalking dopo essere stato oggetto della misura cautelare del divieto di avvicinamento. Secondo le accusa mossegli dalla Procura di Treviso l'uomo, tra marzo e luglio dell'anno scorso, avrebbe preso di mira la moglie, una connazionale 34enne, prima con innumerevoli telefonate e sms molesti poi con appostamenti nei pressi dl luogo di lavoro di lei, un salone di parrucchiera che si trova a Susegana.

«Se mi lasci giuro che mi uccido" sarebbe stato il torno delle brevi conversazioni con la moglie, che a questo punto è decisa a tagliare ogni rapporto. Allora l'albanese avrebbe compiuto atti vandalici nei confronti della macchina del coniuge, rigata con una chiave con cui avrebbe scritto una enorme "P" sul cofano e sabotata, mettendo acqua e sabbia nel serbatoio.

Poi si sarebbe accanito contro le cose personali. Avrebbe preso una forbice e tagliato i vestiti riducendoli a brandelli e si sarebbe impossessato degli occhiali da vista, danneggiati in maniera irreparabile. La persecuzione però si traduce nella risolutezza della donna, che passa alle vie legali e chiede effettivamente di separarsi. «Se tu lo fai - le ribadisce - io la faccio finita». Poi torna la rabbia e l'uomo ricomincia a minacciare l'oramai ex moglie, imbrattando le vetrata del salone da parrucchiera, scrivendo che era una poco di buono.
Comportamenti che hanno indotto nella 34enne uno stato di paura e ansia tali da costringerla anche a cambiare le proprie abitudini, come ad esempio il percorso da casa al luogo di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento