Coronavirus, primo barista denunciato: misure di sicurezza non rispettate

Controllo dei carabinieri del nucleo radiomobile a Conegliano, in un locale di via Carducci. A finire nei guai il gestore 59enne ed un suo dipendente di 33 anni

Due meravigliosi spritz

I carabinieri del nucleo radiomobile di Conegliano, nel corso del pomeriggio di oggi, martedì, durante i controlli per il rispetto delle misure volte a prevenire il diffondersi del Coronavirus, hanno denunciato un 59enne, gestore di un bar di Conegliano, in via Carducci. Il barista del suo locale, un 33enne, secondo quanto accertato, "non avrebbe -spiegano i militari coneglianesi - predisposto le condizioni necessarie per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale tra gli avventori di almeno un metro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento