Gita sulla neve ad Arabba, autobus fermato: alla guida autista senza patente

Controllo della polizia stradale di Treviso a Conegliano, lungo la A27. Al volante del mezzo, con 21 personale a bordo, c'era un 40enne albanese che è risultato avere anche un tasso alcolemico fuori norma

I controlli della polizia stradale

Dopo i controlli serrati di Natale e Capodanno, non sono mancati quelli nel week end dell’Epifania concentrati soprattutto sul traffico da e per le località turistiche montane in cui la polizia stradale di Treviso ha controllato oltre 800 veicoli ed altrettante persone contestando complessivamente oltre 200 sanzioni al Codice della Strada tra cui 8 per guida in stato di ebrezza, oltre 30 per il mancato uso delle cinture di sicurezza e 12 per l’uso scorretto del cellulare alla guida.

Tra questi in particolare un controllo è risultato particolarmente efficace e decisivo per la sicurezza della circolazione, quello operato da una pattuglia in servizio lungo l’autostrada A 27 in direzione Belluno nei pressi dell'area di sevizio Cervada nel comune di Conegliano che ha fermato un autobus con capienza di 21 posti proveniente dall’Albania e occupato da un nutrito gruppo di amici e parenti del conducente S.T. quarantenne cittadino albanese) diretti verso la nota località turistica di Arabba per la “settimana bianca”. Peccato però che il conducente fosse sprovvisto della patente D necessaria per condurre tale veicolo (infatti è stato identificato mediante passaporto diplomatico di cui risultava munito per incarichi politici in Albania precedenti al 2018). Oltre alla mancanza di patente per quel veicolo, lo stesso conducente non aveva inserito all'interno del cronotachigrafo digitale (strumento per misurare le ore di guida dei conducenti obbligatorio per chi guida veicoli adibiti al trasporto di persone) la propria carta del conducente, ma teneva inserita quella di altra persona per cui era impossibile stabilire da quante ore stesse guidando il mezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come se non bastasse, sempre il conducente risultava in stato di leggera alterazione come da accertamento etilometrico che accertava tasso alcolemico tra 0,00 e 0,50 g/l tasso non consentito per i cc.dd. “conducenti professionali” tra cui rientra chi trasporta quel numero di persone). Il tutto portava a sanzionarlo per le violazioni di cui agli artt. 116 (guida con patente di categoria diversa), 179 guida senza aver inserito carta del conducente e 186 bis C.d.S ( guida sotto influenza di alcool comportanti il pagamento di oltre 6.000 Euro con ritiro della patente di guida per la successiva sospensione fino a 3 mesi e fermo amministrativo per altri 3 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento