rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Conegliano

Operaio abusa due tredicenni, ieri l'incidente probatorio

Nell'audizione delle due non sarebbe però emersa alcuna"costrizione" nei rapporti sessuali cui le due giovanissime avrebbero consumato nel novembre del 2020 con un cingalese di 45enne residente a Conegliano

Non ci sarebbe stata "costrizione" nei rapporti sessuali cui due giovanissime, che al tempo dei fatti erano solo 13enni, avrebbero consumato con un operaio cingalese di 45enne di Conegliano. Ieri, mercoledì 24 novembre, c'è stato l'incidente probatorio di fronte al gip Angelo Mascolo in cui le due ragazzine, entrambe di Treviso, hanno confermato di aver avuto con l'immigrato dei rapporti orali e manuali. Ma la parola "costrette" non è mai stata pronunciata. Il particolare ha valore perché, in via teorica, potrebbe portare il pubblico ministero Mara De Donà a riformulare il capo di imputazione e cambiare l'accusa di violenza sessuale in atti sessuali con minorenne.

L'uomo era finito in manette a fine febbraio per avere "stuprato" le due giovani una sera di novembre del 2020. A marzo del 2021 il Tribunale del Riesame aveva respinto la  la richiesta di scarcerazione presentata dal legale, l'avvocato Stefano D'Orazio, facendo però cadere l'altra accusa, che era di sequestro di persona. L'uomo, poi finito ai domiciliari, è in stato di libertà dall'agosto scorso.

Il 45enne, che al momento dei fatti era in compagnia del figlio 15enne di una zia, avrebbe ospitato per la notte due ragazzine, originarie dell'Est Europa, in un garage adibito a camera da letto. Poi la violenza, accompagnata dalla visione di materiale pornografico. La mattina l'operaio avrebbe fatto uscire le due, i cui familiari avevano presentato denuncia la sera prima per sparizione.

Durante l'incidente probatorio è emerso che le "vittime" conoscevano il cingalese, dal momento che erano state ad una festa di Halloween organizzata a casa sua. Quella sera di novembre invece si sarebbero trovate fuori, lontane da casa, e in lock-down. Gli avrebbero quindi chiesto ospitalità, che l'uomo avrebbe acconsentito a dargli in cambio di due prestazioni sessuali. Ora gli atti di indagine tornano al pubblico ministero, che anche sulla base dell'incidente probatorio chiuderà il fascicolo e formulerà l'imputazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio abusa due tredicenni, ieri l'incidente probatorio

TrevisoToday è in caricamento