rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Conegliano

Botte e abusi sui figli, indagata una coppia di genitori

Madre e padre, entrambi 50enni e residenti nell'hinterland del coneglianese, abuserebbero di alcol, oltre a trovarsi in condizioni economiche molto problematiche

Maltrattati dai genitori ubriachi. E' questa la vicenda terribile di due ragazzi residenti nel coneglianese, che sarebbero stati fatti oggetto di botte, umiliazioni verbali e fisiche, minacce anche di morte, dalla mamma e dal papà, entrambi 50enni. Sui fatti il sostituto procuratore Mara De Donà ha aperto un fascicolo, in cui gli adulti risultano indagati per maltrattamenti in famiglia.

Ieri l'indagine ha vissuto  una tappa fondamentale: il ragazzo minorenne è stato infatti sottoposto ad una perizia psicologica, nel corso di un incidente probatorio, in cui è stato valutato il suo grado di maturazione personale e quindi la capacità a rendere una valida testimonianza. Tutte le dichiarazioni che  ha reso, accusando  la mamma e il papà, entreranno a pieno titolo nell'inchiesta, che è soltanto nelle fasi iniziali.

Il caso è emerso a seguito delle parole della ragazza, la prima a parlare degli abusi fisici e psicologici che, secondo la sua accusa, sarebbero avvenuti nel corso di diversi anni. Madre e padre, che si troverebbero in una situazione economica molto precaria, abuserebbero di alcolici. E da ubriachi si sarebbero lasciati andare alla violenza contro i figli, fatta di botte frequenti , vessazioni psicologiche di ogni tipo, privazioni e anche di minacce di morte, che i due adulti avrebbero compiuto armati dei coltelli trovati in casa.

«Siete due down, siete due handicappati» avrebbero detto ai ragazzi, che per anni sono stati in silenzio. Fino ad arrivare alla denuncia vera e propria, che è arrivata alle forze dell'ordine all'inizio dell'estate. I due fratelli, rappresentati  dagli avvocati Marcello Stellin e Catia Salvalaggio (i genitori invece sono difesi dall'avvocato Lucia Crosato) si trovano presso due strutture, case famiglia dove si sono in regime di collocamento protetto e separati per questioni di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e abusi sui figli, indagata una coppia di genitori

TrevisoToday è in caricamento