Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Conegliano / Via XVIII Giugno

Anziana trovata morta in casa: è omicidio

L'esito dell'autopsia eseguita oggi non lascia dubbi: Margherita Ceschin è stata uccisa, soffocata presumibilmente con un cuscino dopo essere stata tramortita con un colpo molto forte inferto alla testa. Alla 72enne, che viveva da sola, è stato anche sfondato il torace

Margherita Ceschin, l'anziana di 72 anni trovata morta sabato 24 giugno nella sua casa di via XXVIII Aprile a Conegliano, è stata uccisa. Questo l'esito dell'autopsia condotta oggi, 26 giugno, dall'anatomopatologo Antonello Cirnelli sul corpo dell'anziana. La Ceschin, che è stata ritrovata sul divano coricata con indosso un pigiama, sarebbe stata prima colpita alla testa per stordirla, poi il killer l'avrebbe soffocata con un cuscino e, facendo forza quasi certamente su una gamba, che le era appoggiata addosso, le ha sfondato il torace. La morte sarebbe avvenuta venerdì, ovvero il giorno prima del ritrovamento da parte di un vicino di casa.

L'esame post mortem fa quindi tragicamente venire meno le ipotesi della morte naturale, dovuta ad un infarto di cui il primo sopralluogo sul corpo avrebbe in realtà trovato le tracce. Margherita Ceschin aveva sentito l'ultima volta una delle figlie proprio la sera di venerdì 23 giugno in cui sarebbe stata uccisa. Poi il giorno dopo nessuno l'avrebbe cercata fino alle 19,45, quando era attesa in un pizzeria per una serata da trascorrere insieme ad alcune amiche. Quello nessuno poteva sapere è che il cellulare della donna era stato rotto dal suo killer. Alle 20,30 una delle amiche, che non vendendola arrivare si era preoccupata, avrebbe cercato di contattarla e non riuscendovi avrebbe chiamato un coinquilino. L'uomo è salito al primo piano dell'appartamento utilizzando una scala entrando dalla porta finestra che era spalancata, trovandosi di fronte la macabra scena.

I carabinieri di Conegliano si erano subito indirizzati sulla strada che portava ad un intrusione da parte di ladri: la camera della Ceschin era stata infatti trovata in soqquadro, con il letto in disordine, i materassi spostati e i cassetti dell'armadio, dove c'erano un paio di monile in oro, aperti. Sparito il portamonete. Ma per i militari dell'Arma la versione più probabile era che il malvivente si fosse introdotto nella casa, salendo lungo una grondaia che passa proprio nelle vicinanza del terrazzo e che è stata trovata divelta come se qualcuno l'avesse usata per salire, quando la 72enne era già morta. Ma la verità era un'altra.

Sull'abitazione, posta sotto sequestro, sono intervenuti stamani i carabinieri della sezione polizia scientifica del Nucleo Investigativo di Treviso, alla caccia di possibili tracce lasciate dall'assassino o dagli assassini. Nei prossimi giorni sarà invece il turno del Ris di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana trovata morta in casa: è omicidio
TrevisoToday è in caricamento