Lunedì, 15 Luglio 2024

Conegliano, Ris di Parma nell’appartamento dell’omicidio: si cercano le tracce dei killer

I carabinieri del nucleo investigativo di Treviso, del nucleo operativo di Conegliano, il pubblico ministero Anna Andreatta in sopralluogo in via XXVIII Aprile, nell’abitazione in cui è stata trovata morta, sabato scorso, la 72enne Margherita Ceschin

Sono arrivati attorno alle 10.30 di oggi, 29 giugno, in via XXVIII aprile a Conegliano, a caccia di impronte e altre tracce utili alle indagini. E' durata per tutta la mattinata l'ispezione degli investigatori del Ris di Parma, richiamati nella Marca su richieste della Procura di Treviso che sta svolgendo indagini sul delitto di Margherita Ceschin, 72 anni, trovata morta sabato scorso nel suo appartamento al primo piano di una palazzina del quartiere San Pio X. Insieme al Ris, coordinato dal comandante, il luogotenente Pietro Barbara, era presente il pubblico ministero Anna Andreatta, i carabinieri del nucleo investigativo di Treviso e del nucleo operativo di Conegliano, con il comandante Francesco Cannarile e l'avvocato Umberto Saracco, a cui si sono rivolte le due figlie della pensionata.

IMG_3364

Rilievi con lampade stroboscopiche (anche con luci UV) e pennelli per rilevazione di impronte latenti sono stati utilizzati per ricercare nell'appartamento in cui si è consumato il delitto, all'esterno e nell'abitacolo dell'auto della donna (forse usata dai malviventi per arrampicarsi) e sulla ringhiera che sarebbe stata scavalcata dai malviventi. Sul cofano dell'auto è stata repertata un'impronta ritenuta importante. Poi l'analisi ha riguardato i tubi del gas, la grondaia e poi il terrazzino dell'abitazione, prima dell'interno dello stesso. Ad inquadrare i malviventi sarebbe stata una telecamera che si trova all'incrocio con via Galilei. E' l'occhio alettronico ad aver immortalato i movimenti di due persone sospette nella tarda serata di venerdì. 

IMG_3345

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento