Cronaca

Conclusi a tempo di record i lavori sulla ferrovia Conegliano-Ponte nelle Alpi-Calalzo

La chiusura delle due linee, quest’anno anticipata al 21 maggio per favorire i flussi turistici estivi, ha permesso di ridurre il numero degli interventi di manutenzione

TREVISO Sono stati ultimati nei tempi previsti, nonostante le avverse condizioni meteo del periodo, i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria di Rete Ferroviaria Italiana sulle linee Conegliano - Ponte nelle Alpi e Ponte nelle Alpi - Calalzo, iniziati il 21 maggio scorso. La chiusura delle due linee, quest’anno anticipata per favorire i flussi turistici estivi, ha permesso di concentrare molte attività in questa fase dei lavori e di ridurre il numero degli interventi manutentivi nei periodi di maggiore affluenza viaggiatori.

Inoltre, per l’assenza di treni in circolazione le squadre tecniche hanno potuto lavorare con continuità anche di giorno, con notevoli benefici in termini di produttività, sicurezza del lavoro e rumorosità dei cantieri. In particolare sulla linea Conegliano - Ponte nelle Alpi, sono state posate barriere paramassi e anti colata, oltre alle attività di manutenzione dei binari e al rinnovo di un deviatoio nella stazione di Vittorio Veneto.

Sulla linea Ponte nelle Alpi - Calalzo sono stati eseguiti interventi di manutenzione straordinaria nelle gallerie Maè (consolidamento) Ghiaione (consolidamento) e Giazze (ripristino conci). Sono state sostituiti o messi in opera da Castellavazzo a Perarolo, per diverse centinaia di metri, parapetti sui ponti ferroviari e nelle zone adiacenti ai pendii molto scoscesi e a strapiombo sulla valle; consolidati vari muri di sostegno; demolite alcune ex case cantoniere fatiscenti e una passatoia - obsoleta e inutilizzata - nella stazione di Ospitale.

Anche su questo tratto è stato notevole l’impegno nella manutenzione sistematica dei binari, con il rinnovo delle traversine di tre curve, la regolazione delle rotaie e il rinnovo di due scambi nella stazione di Ponte nelle Alpi. Nei terreni di pertinenza di RFI sono stati abbattuti o potati gli alberi che interferivano con l’infrastruttura ferroviaria. Lavori di manutenzione alle tecnologie. Su entrambe le linee sono state eseguite operazioni di verifica e manutenzione dei cavi che garantiscono lo scambio di informazioni tra i vari apparati della linea, di tutti i punti informativi del Sistema di Supporto alla Condotta (SSC)*, degli apparati di sicurezza e di alimentazione, dei circuiti dei binari, dei passaggi a livello, degli scambi e dei segnali.

Infine, sono stati avviati anche importanti interventi (posa reti paramassi, e anti colata; sistemazione delle fenditure nelle rocce della montagna, le cosiddette vallecole) previsti nel Piano degli interventi per la gestione/mitigazione del rischio idrogeologico per un investimento economico complessivo, nel 2016, di 2,9 milioni di euro. Fondi destinati per la maggior parte proprio al territorio bellunese. Nei cantieri sono state impiegate circa 70 maestranze, di cui circa 30 tecnici delle squadre manutenzione di RFI degli impianti di Belluno e di Treviso. L’investimento complessivo circa quattro milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conclusi a tempo di record i lavori sulla ferrovia Conegliano-Ponte nelle Alpi-Calalzo

TrevisoToday è in caricamento