rotate-mobile
Cronaca Conegliano

Rapinano e picchiano un barista: rito abbreviato per i membri della baby gang

I ragazzi, un 19enne di Mareno di Piave e un 21enne di Tarzo, sono accusati di aver rubato, l'11 novembre del 2022 a Conegliano, l'incasso della serata al titolare del bar "Tribeca". L'uomo era stato vittima anche di un violento pestaggio

La sera dell'11 novembre 2022, insieme ad un a terza persona rimasta ignota, avevano picchiato un 35enne, il titolare di origine indiana del "Bar Tribeca" di Conegliano, rapinandolo dell'incasso della serata. Ieri S.B, un italiano 19enne di Mareno di Piave e A.D., un italo-marocchino 21enne di Tarzo (difeso dall'avvocato Guido Galletti) sono comparsi di fronte al gup di Treviso Piera De Stefani per rispondere del reato di rapina aggravata a lesioni personali. A entrambi i giovani è stato concesso di essere giudicati con il rito abbreviato, il che consentirà loro di usufruire dello scontro pari ad un terzo sull'eventuale condanna. S.B. ha anche provveduto a risarcire la vittima con 4 mila euro. Il procedimento è stato aggiornato al 2 luglio prossimo.

Il 19enne e il 21enne, che avrebbero fatto parte di una vera e propria "baby gang" attiva soprattutto nella zona del coneglianese e del vittoriese, non sarebbero nuovi a reati di questo genere risultando indagati anche per altri fatti accaduti anche al di fuori della provincia di Treviso. I due avrebbero compiuto il colpo all'interno del parco Luciani a Conegliano. Quella sera la vittima, dopo avere chiuso il suo bar che si trova nel centro cittadino, prima di rincasare si era fermato presso un altro locale pubblico della zona. Una volta uscito, mentre camminava verso la sua abitazione, era stato aggredito da tre soggetti mentre stava attraversando il giardino comunale.

Secondo quanto riportato nella querela tre giovani lo avrebbero avvicinato e poi sarebbe partito il violento pestaggio al termine del quale i malviventi gli avrebbero anche sottratto circa 2 mila euro, ovvero l'intero incasso della giornata. Per le botte ricevute il barista indiano aveva rimediato una costola incrinata, un trauma al polso sinistro e uno a livello lombare. Il tutto, refertato dal pronto soccorso di Conegliano, lo aveva costretto a letto per circa una quindicina di giorni. Le indagini condotte dai carabinieri si erano avvalse delle immagini registrate dalle telecamere di videorveglianza presenti in zona e avevano consentito di individuare due dei tre autori della rapina, nei confronti dei quali erano state emesse altrettante misure cautelari che prevedevano l'obbligo di dimora notturna nelle rispettive abitazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano e picchiano un barista: rito abbreviato per i membri della baby gang

TrevisoToday è in caricamento