Ubriaco e positivo alla cocaina investe un pedone, finisce alla sbarra

L'incidente è accaduto a Conegliano il 21 dicembre del 2017. L'uomo, un 49enne risultato in stato di alterazione per l'alcol e gli stupefacenti che aveva assunto, ha centrato una donna di 38 anni, provocandole varie ferite al volto

La scena di un incidente stradale

Ubriaco e drogato ha centrato una donna che stava attraversando la strada, provocandole vari traumi al viso che l'hanno allettata per oltre 40 giorni. Ma c'è di più: secondo le ricostruzioni non si sarebbe infatti fermato dopo l'impatto ed è stato bloccato da un automobilista di passaggio che, vista la scena, si è lanciato all'inseguimento del "pirata", che si è fermato un centinaio di metri più avanti. N.G., un coneglianese di 49 anni, è quindi finito a processo con l'accusa di lesioni stradali gravissime, guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti, con l'aggravante dell'omesso soccorso.

I fatti sono avvenuti il 21 dicembre del 2017 intorno alle 5 della mattina. Il 49enne, a bordo della sua Bmw 340 Alpina proveniva dal centro di Conegliano e stava percorrendo Via Pittoni quando, giunto in prossimità del civico n. 32, ha investito una  marocchina di 38 anni, madre di tre figli. Tremendo l'impatto con la macchina: la violenza del colpo è tale da causare la rottura a raggiera dell'estremità sinistra del parabrezza dell'auto, sfondando il fanale anteriore, ammaccando il cofano e soprattutto scaraventando la 38enne dall'altro lato della carreggiata, dove ricade in stato di semi-incoscienza.

Del fatto è testimone un altro automobilista, che vede la Bmw prima impattare contro la donna e poi proseguire la marcia. In una frazione di secondo gira la macchina e insegue il 49enne, bloccandolo un centinaio di metri più avanti.  La perizia dirà che l'uomo aveva bevuto molto: il tasso alcolemico rilevato è infatti di 2,57 grammi per litro ma soprattutto N.G.risulta positivo alla cocaina, che gli viene rilevata attraverso un test dei liquidi biologici. La 38enne se la caverà con un trauma cranio facciale, un edema cerebrale, la frattura delle ossa nasali e contusioni multiple.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento