Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

A Conegliano "Vite in Campo 2017", il casting delle migliori tecnologie per la viticoltura sostenibile

Valerio Nadal, presidente Condifesa Treviso: "Con questa iniziativa si conferma il nostro impegno per stimolare i costruttori a sviluppare tecnologie sempre più all'avanguardia e rispettose dell'ambiente"

CONEGLIANO Tre giornate dedicate all’innovazione in viticoltura, con l’obiettivo di promuovere pratiche sempre più sostenibili nei vigneti di Marca. Questo il filo conduttore di "Vite in Campo 2017", rassegna di tre appuntamenti promossa da Condifesa Treviso, in collaborazione con Consorzio di tutela del Conegliano-Valdobbiadene DOCG e il Consorzio di tutela Prosecco DOC. Il primo dei tre incontri si è tenuto venerdì nell’Aula magna del Cirve a Conegliano, dove è andato in scena il “Forum Macchine”: un’illustrazione a cura delle case costruttrici delle più innovative soluzioni tecnologiche (mezzi per la difesa fitosanitaria, gestione del sottofila, macchine e trattori per vigneti di pianura e di collina a basso impatto ambientale), che sono state valutate da una commissione di esperti, presieduta da Luigi Sartori, docente dell’Università di Padova, e composta dai rappresentanti di UNACMA - Unione Nazionale Commercianti Macchine Agricole, APIMA Ass. Prov. Imprese di Meccanizzazione Agricola Modena e Condifesa Treviso. 

Le migliori macchine e attrezzature selezionate saranno quindi protagoniste di un successivo appuntamento, in programma sabato 27 maggio a Susegana, dove saranno provate in campo nei vigneti dell’Azienda agricola Conte Collalto e sperimentate sia sui terreni di pianura, sia su quelli di collina. “Con questa iniziativa si conferma l’impegno di Condifesa Treviso per stimolare i costruttori a sviluppare tecnologie sempre più all’avanguardia e rispettose dell’ambiente -  afferma Valerio Nadal, presidente Condifesa Treviso -  Un impegno che va incontro alla crescente domanda di nuove tecnologie da parte delle aziende agricole, che in numero sempre maggiore si avvicinano alle pratiche sostenibili. Una sensibilità che è frutto anche dell’azione del Condifesa, che fin dal 2006 promuove l’utilizzo di macchine da recupero, oggi attive con oltre 300 unità in tutto il territorio della Marca Trevigiana”.

A completare il programma della rassegna “Vite in campo”, un appuntamento intermedio in programma venerdì 26 maggio alle ore 18, sempre presso l’Aula magna del Cirve, dove si terrà il convegno dal titolo La meccanizzazione viticola per la certificazione di qualità, il paesaggio e il turismo sostenibile. L’incontro porrà l’accento su come la meccanizzazione sia uno dei fattori principali di determinazione dell’aspetto estetico di campi e colline coltivati, con ovvi riflessi sull’attrattività turistica del territorio. 

nadal-valerio-condifesa-veneto-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Conegliano "Vite in Campo 2017", il casting delle migliori tecnologie per la viticoltura sostenibile

TrevisoToday è in caricamento