menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La coda, fuori dal Museo di Santa Caterina, prima dell'incontro

La coda, fuori dal Museo di Santa Caterina, prima dell'incontro

Grande successo per Odifreddi a Treviso, ma proteste per le code

Sabato pomeriggio la "lectio magistralis" sulla matematica delle piastrellazioni è stata seguitissima, ma non si son lesinati i malumori degli utenti per le lunghe code d'attesa sotto la pioggia

TREVISO Un successo, forse oltre ogni immaginazione, quello che ha ottenuto sabato pomeriggio la "lectio magistralis" del noto Prof. Piergiorgio Odifreddi che ha raccontato l'artista Escher con una conferenza dal titolo "L'alfabeto delle piastrellazioni", alla presenza tra gli altri anche di Emilio Lippi, il Sindaco Manildo e gli assessori Franchin e Cabino.

L'incontro ha fatto parte di un ciclo di conferenze dedicate alla mostra proprio sull'incisore olandese presso i Musei Civici di Treviso a Santa Caterina. Lezioni che raccontano come la logica geometrica e matematica del personaggio possa essere dimostrata. In ogni caso, il matematico, logico e saggista italiano conosciuto ormai da diversi anni in tutta Italia, è stato accolto subito calorosamente dalle più di cento persone presenti all'evento atteso da settimane, soprattutto perchè seguito della presentazione della mostra effettuata dal Prof. Sgarbi nei giorni scorsi. Non si sono però lesinate anche alcune polemiche prima dell'ingresso in sala: quasi tutti i presenti, infatti, hanno dovuto attendere l'ingresso sotto la pioggia battente di sabato pomeriggio senza possibilità di essere ospitati all'interno del museo per motivi di sicurezza. Difficoltà espresse inoltre anche da coloro che solo volevano visonare le opere dell'artista senza partecipare alla conferenza, nonostante la presenza anche della polizia locale che controllava la sicurezza dell'area: molti sono infatti rimasti bloccati nella coda esterna senza sapere che sarebbero potuti entrare immediatamente saltando quindi la fila. 

Da piazzetta Botter la coda per entrare alla conferenza aveva difatti quasi raggiunto via San'Agostino, con diverse famiglie bloccate quindi sotto l'acqua in attesa di poter entrare nei locali della mostra e riscaldarsi dopo essere state anche un'ora sotto il vento sferzante. L'obiettivo dei responsabili dell'evento era infatti quello di scaglionare le persone in gruppi di dieci per poter meglio contare i presenti, con conseguenti notevoli ritardi nelle procedure d'ingresso. Nonostante questo però, l'evento è stato un vero successo, tanto che a fine conferenza il Prof. Odifreddi è stato a lungo applaudito e assediato piacevolmente dai fan per autografi, fotografie e per discutere di religione, filosofia e storia.

Sono comunque attesi a Santa Caterina altri cinque appuntamenti imperdibili con altrettanti relatori d’eccezione che racconteranno il visionario Maurits Cornelis Escher e le sue opere in mostra. A tenere vivo l’interesse e la speculazione logica che si riflettono nelle opere di Escher saranno - nei prossimi incontri del ciclo - il matematico Claudio Bartocci, lo storico dell’arte - nonché curatore della mostra - Marco Bussagli, il pianista Andrea Cipriani e il collezionista nonchè curatore Federico Giudicenandrea, i quali con le loro letio magistralis accompagneranno gli ultimi mesi dell'esposizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento