Cronaca

Coniugi rapinati, Zaia: "Situazione fuori controllo, sicurezza priorità ancora disattesa"

Il Governatore del Veneto prende spunto dai fatti di Arcade per chiedere maggiori risorse per le forze dell'ordine: "Non possono esistere mezze misure nella difesa della legalità"

ARCADE “È una black list senza fine quella dei furti e delle rapine nel cuore dei nostri territori e delle nostre città, fino a dentro le case. Siamo di fronte a una criminalità che alza sempre di più il livello di violenza: una situazione da allarme rosso che, richiede un intervento deciso da parte del Governo con più risorse per le forze dell’ordine da dedicare al presidio del territorio, e con strumenti più incisivi per gli inquirenti”. Così il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta l’ennesimo episodio avvenuto nella Marca con la rapina nell’abitazione dei coniugi Saccon ad Arcade.

La sicurezza è una priorità purtroppo ancora in buona parte disattesa nonostante gli sforzi delle forze dell’ordine e degli inquirenti – aggiunge Zaia - e l’episodio di Arcade ne è l’ennesima conferma. Non possono esistere mezze misure nella difesa della legalità. Da tempo immemore chiedo più mezzi e risorse per le nostre forze dell’ordine e allo stesso tempo strumenti normativi che permettano agli inquirenti di tenere dietro le sbarre i malviventi, ai quali le leggi riservano troppe scappatoie per non pagare subito e fino in fondo per il male che fanno”.

“Il mio grazie – conclude Zaia - va alle forze dell’ordine per tutto quello che fanno ogni giorno per proteggere le nostre comunità e individuare i colpevoli con tempestività. Ma il grazie della gente per bene non basta. Vanno aiutati e sostenuti, dalla politica e dalla legislazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coniugi rapinati, Zaia: "Situazione fuori controllo, sicurezza priorità ancora disattesa"

TrevisoToday è in caricamento